Un’altra presa in Ciro: respinta pure la prova tv

Non può essere utilizzata in casi di condotta non violenta come da referto

di redazionecittaceleste

ROMA – Un gol per passare il turno e spezzare il digiuno lungo tre partite (Fiorentina, Sampdoria e Torino). Immobile ha più rabbia di tutti ed è pronto a trasformarla in rete in Coppa Italia, visto che in teoria salterà la sfida con l’Atalanta a Bergamo. In attesa del ricorso eventuale, la Lazio ha chiesto l’esame delle immagini televisive per dimostrare che Immobile non avesse colpito Burdisso – rivela il Corrieredellosport – ma la richiesta è stata respinta perché non si trattava “di fatti di condotta violenta o gravemente antisportiva non visti dall’arbitro”, unici casi in cui è prevista la prova tv. “Sulla base del referto arbitrale e della precisazione formulata dal direttore di gara interpellato dal giudice – si legge nel dispositivo – la condotta sanzionata si è tradotta in un contatto avvenuto di striscio non connotato da violenza e comunque senza alcuna conseguenza conseguenza fisica per l’avversario”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy