Roma Capitale – Attacco del Codacons sulle cadute sul ghiaccio che potrebbero costare caro al Comune

di redazionecittaceleste

ROMA – L‘allarme neve non è rientrato, ma Roma, secondo il Codacons, è diventata pericolosa: “In alcuni ospedali si raggiunge il 50% di accessi per traumi dovuti alle cadute rispetto alla consueta media del 20%. Il Comune deve intervenire per liberare strade e marciapiedi dal ghiaccio, garantendo l’incolumità degli utenti. Vogliamo sapere dove sia stato sparso il sale e in quale quantità, perchè al momento gli interventi in tal senso non appaiono sufficienti”. Per l’associazione, che pensa di citare in giudizio il Campidoglio, i 18 mezzi spalaneve e i 170 mezzi della Protezione civile non sono sufficienti, o comunque stanno operando male. Infatti è innegabile che le strade siano state pulite e praticabili, ma i marciapiedi? Quelli no, tanto che in alcuni ospedali, secondo il consigliere Corsetti: “30% di aumento di accesso agli ospedali per traumi subiti dai cittadini a causa del ghiaccio sulle strade e sui marciapiedi”. La maggior parte di questi sono distorsioni e traumi. E’ importante sottolineare che gli infortunati possono rifarsi sul Comune: un costo che potrebbe diventare elevato per le già povere casse della città.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

MILAN, MOSSA A SORPRESA IN ATTACCO

MILAN-LAZIO, I CONVOCATI DI INZAGHI 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy