Roma Capitale, arresto un uomo che filmava ed insultava la Polizia Municipale

Il Comandante Generale della Polizia Locale Porta: “Tolleranza zero con chi diffama il Corpo e gli agenti”

di redazionecittaceleste

ROMA – Intorno alle 21.00 di ieri, un uomo italiano, di fronte alla chiesa di S. Agnese a Piazza Navona, ha ripreso e insultato due agenti della Polizia Locale del gruppo “Centro”, durante la loro normale attività di presidio. A.M, queste le iniziale del romano classe 1963, quando è stato chiesto dai tutori dell’ordine il motivo di tale comportamento, pieno d’odio nei loro confronti, non solo non ha risposto ma ha continuato sia ad insultare sia a filmare, come se nulla fosse. L’uomo poi, fomentato dalla presunta compagna, una donna più grande di due anni, ha iniziato a minacciare gli agenti, che nel frattempo gli avevano chiesto le generalità, che non sono state fornite. L’uomo e la donna sono stati prelevati e portati al comando di via della Greca e denunciati per i seguenti reati: rifiuto delle generalità, oltraggio alle Forze dell’Ordine. Il romano, che aveva già scontato una pena di 15 anni, è stato anche incriminato per resistenza. Stamattina i due sono stati portati in tribunale per la direttissima, e durante il trasferimento l’uomo ha mantenuto il suo atteggiamento irrispettoso verso le autorità. Di seguito le dichiarazioni del Comando Generale Porta: “Questa vicenda la conferma l’orientamento del Comando Generale, che non intende tollerare nessun tentativo di aggressione alla propria onorabilità. Proprio ieri abbiamo presentato opposizione contro una richiesta di archiviazione per una persona, responsabile di aver pubblicato frasi diffamatorie nei nostri confronti sui canali Social.”

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy