Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Europa League, ecco tutte le possibili avversarie della Lazio

Ieri si è conclusa la fase a gironi, ora occhi puntati sul sorteggio dei sedicesimi di finale

cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Sconfitta indolore quella di ieri, per la Lazio di Inzaghi. Nonostante il 3-2 dello Zulte infatti, i biancocelesti si qualificano da primi nel girone K davanti al Nizza di Balotelli. "Ho ricevuto le risposte che mi aspettavo. Mi dispiace aver perso ovviamente perché dopo il gol del pareggio non avremmo dovuto subire il 3-2. Ma prendiamoci il ritorno di Felipe Anderson e quello di Wallace”, è un Inzaghi tutto sommato soddisfatto, quello che si è presentato in conferenza al termine del match contro lo Zulte Waregem. I rientri in campo di Felipe Anderson e Wallace sono le note positive di una partita che non contava nulla per la classifica, ma che ha permesso di mettere benzina nelle gambe dei due brasiliani, apparsi pienamente recuperati dai rispettivi infortuni. Ora gli occhi di tutti sono puntati sui sorteggi di lunedì 11 dicembre, quando si scoprirà l'avversaria della Lazio nei sedicesimi di finale.

INSIDIE

Sono diverse le insidie nascoste nell'urna di Nyon. Alle seconde qualificate della fase a gironi si sono aggiunte le terze dei raggruppamenti di Champions League, anch'esse divise in prima e seconda fascia. I pericoli provenienti dalla massima competizione continentale per la Lazio portano il nome di Spartak Mosca, Celtic e Borussia Dortmund, mentre il Napoli non potrà affrontare i biancocelesti in quanto squadre dello stesso campionato, cosi come il Nizza non potrà ritrovare i capitolini dopo averli affrontati nel girone K. La squadra da evitare è sicuramente il Borussia Dortmund di Aubameyang, retrocesso dalla Champions in un girone di ferro con Real Madrid e Tottenham, e che, nonostante non stia vivendo un grande periodo, è il pericolo numero uno. Sembrano alla portata sia invece i russi che, soprattutto, gli scozzesi. Un sorteggio più agevole sarebbe quello che metterebbe sulla strada di Immobile e compagni il Partizan Belgrado, l'Astana, la Stella Rossa, la Steaua Bucarest o l'Aek Atene. Il vento dell'Est non è però da sottovalutare: le carenze tecniche sono infatti compensate da un clima infuocato nei propri stadi, e giocarci non è facile per nessuno. Si è qualificata a sorpresa anche l'Ostersunds, a pari punti con l'Athletic Bilbao primo e ai danni del più quotato Herta Berlino, ma che non sembra tuttavia un'avversaria capace di impensierire i capitolini, così come non lo è il Copenhagen. Menzione speciale merita il Ludogorets. La squadra bulgara evoca brutti ricordi nei tifosi biancocelesti: nel 2013 eliminò, proprio ai sedicesimi di finale, la Lazio di Edy Reja. Avversari decisamente più ostici e da evitare sono Real Sociedad, Lione e Marsiglia, vere insidie per una Lazio che ambisce a continuare a stupire anche in Europa.

PRIMA FASCIA: Cska Mosca, Lipsia, Atletico Madrid, Sporting Lisbona, Villareal, Dinamo Kiev, Braga, Milan, Atalanta, Lokomotiv Mosca, Viktoria Plzen, Arsenal, LAZIO, Salisburgo, Athletic Bilbao, Zenit San Pietroburgo

SECONDA FASCIA: Astana, Ludogorets, Lione, Steaua Bucarest, Marsiglia, Nizza, Borussia Dortmund, Napoli, Partizan Belgrado, Aek Atene, Copenhagen, Stella Rossa, Ostersunds, Real Sociedad, Celtic, Spartak Mosca.

Cittaceleste.it