Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Inzaghi: “Vogliamo puntare in alto, ora testa ad Udine”

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio.

Queste le parole del tecnico in conferenza stampa

redazionecittaceleste

ROMA - Al termine della sfida tra Lazio e Genoa, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha preso la parola in conferenza stampa per rispondere alle domande della stampa. Queste le sue dichiarazioni:

Hai ritrovato la tua Lazio?

"Venivamo da tre vittorie. Ci siamo ritrovati già da qualche partita, avevo detto che anche questa sarebbe stata importantissima per noi. Siamo stati bravi a interpretarla nel modo giusto. La gara si è riaperta per colpa di un infortunio, i ragazzi sono stati bravi a reagire subito. Già da stasera penseremo ad Udine".

Ti è piaciuto Milinkovic?

"Mi è piaciuto, ha fatto molto bene. Pensavo di tenerlo in campo, ma poi ho pensato che aveva giocato anche in Europa e ho voluto risparmiargli qualche minuto".

Hai sentito tuo fratello Pippo?

"Non ancora, ma gli ho fatto i complimenti pubblicamente. Gli avevo detto di star tranquillo perché il suo lavoro sarebbe venuto fuori, sconfiggere la Roma è stata una vera impresa per il suo Bologna".

Il tandem Immobile-Caicedo potrebbe essere riproposto?

"Già avevano giocato insieme lo scorso anno. Sono attaccanti complementari, entrambi sanno fare tutto. Sì, potremmo rivederli insieme".

Chi gioca la prossima settimana?

"Cercherò di presentare i migliori undici innanzitutto contro l'Udinese. I friulani vengono da una serie di risultati importanti, farò le stesse valutazioni che ho fatto dopo la partita con l'Apollon Limassol, anche perché avremo poco tempo per prepararla".

Avete dimenticato definitivamente il 20 maggio scorso?

"I ragazzi sono stati bravi, come lo siamo stati io e il mio staff a lavorare insieme a loro. Dobbiamo guardare avanti e prepararci nel modo migliore per la trasferta di Udine".

Ti aspettavi una Lazio così bella?

"Mi aspettavo una grande gara. La sconfitta dello scorso anno c'è servita da lezione, poi i ragazzi hanno approcciato benissimo e questo ci ha facilitato le cose".

Dove può arrivare questa squadra?

Speriamo che la Lazio possa arrivare più in alto possibile. Non sono sorpreso perché il livello del campionato si è alzato. La cosa più importante sarà la continuità".

Potresti esserti perso