Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio, ora serve il vero Immobile per non perdere il treno Champions

L'attaccante napoletano non sta vivendo un momento felice dopo l'eliminazione dell'Italia nei playoff Mondiali, ma Inzaghi ha bisogno di lui

cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Una maledizione viola, un tabù che non è voluto crollare. Ciro Immobile non è riuscito a punire la Fiorentina, neanche nel match di domenica. Ora salgono a sei gli scontri con i toscani, e in nessuno di questi Ciro è riuscito a timbrare il cartellino. Una statistica strana, per uno come lui, che è riuscito a segnare a tutte le squadre che ha incontrato almeno tre volte in carriera, tutte tranne una. La maledizione viola ha avvolto il bomber biancoceleste e l'ha trascinato lontano dal gol, portando la Lazio ad un pareggio amaro, con la Var al centro della bufera. Si, perchè al rigore negato a Parolo nel primo tempo si aggiunge quello molto dubbio fischiato in pieno recupero alla Fiorentina e realizzato da Babacar. Tanta, tanta rabbia in casa Lazio. La rabbia del ds Tare, che a fine partita si è scagliato come una furia contro l'arbitro Massa, l'amarezza di Simone Inzaghi in conferenza stampa. Lui che sta correndo per prendere quel treno chiamato Champions League. L'allenatore biancoceleste ha però bisogno del suo bomber, di quell'attaccante che non è più lo stesso da quando ha subito, insieme all'Italia intera, l'eliminazione con la Svezia nei playoff per il Mondiale di Russia 2018.

IL VERO CIRO

Il vero Ciro è quello dei 20 gol stagionali, quello che si caricava la squadra sulle spalle trascinandola verso obiettivi impensabili ad inizio stagione. Il vero Immobile è quello delle due doppiette alla Juventus, quella in Supercoppa italiana e quella che è valsa  lo storico successo allo Juventus Stadium. Inzaghi ha bisogno del suo bomber, per non smettere di lottare per quei palcoscenici che la gente laziale sogna da tempo. Solamente due gol nell'ultimo mese, l'impressione è che Ciro stia pagando una partenza probante a livello fisico e mentale, con l'eliminazione dal Mondiale che è stata una batosta difficile da digerire per ogni italiano, figuriamoci per chi era in campo quella sera maledetta. Superato da Cavani nella classifica della Scarpa d'Oro, agganciato da Icardi in cima a quella della Serie A. Immobile deve scrollarsi di dosso questo ultimo mese da incubo e ricominciare a divertirsi in campo, proprio come faceva ad inizio stagione. A Marassi serviranno i suoi gol per affondare una Sampdoria che si è rivelata, proprio insieme alla Lazio, vera sorpresa del campionato. Distanti solamente tre punti, la partita contro i blucerchiati è l'ennesimo test di maturità per gli uomini di Inzaghi. Sperando di rividere i gol del vero Immobile.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso