Bastos, così non va. E lui blocca i commenti su Instagram…

Il difensore angolano, dopo la brutta prestazione di Bergamo, ha fatto la sua scelta. E c’è un precedente…

di redazionecittaceleste

ROMA – Prima le disattenzioni, poi il fallo scriteriato con il quale ha causato il rigore dell’Atalanta, regalando il vantaggio a Gomez e compagni. Bastos, a Bergamo, ha messo in scena una delle sue peggiori prestazioni da quando è alla Lazio. E dopo la partita, su Instagram, ha deciso di bloccare i commenti degli utenti.

Probabilmente a causa di qualche parola di troppo tra gli sfoghi dei tifosi, il difensore ha scelto una via già percorsa in passato da altri calciatori. Il caso Cerci fu ancora più eclatante: a gennaio del 2016, l’allora attaccante del Milan decise di cancellare tutti i suoi profili social a causa degli insulti ricevuti.

LAZIO, QUALI ALTERNATIVE?

Al di là del lato social, c’è bisogno di fare una riflessione: a chi affidare il ruolo di centrale di destra nella difesa a tre? Dopo i due rigori causati tra derby e Atalanta, Bastos ha dimostrato di non poter offrire la garanzia di un rendimento costante e corretto. Dall’altra parte, neanche Wallace è nuovo a giocate rischiose (di nuovo: vedi alla voce “derby”). Tra l’altro, contro l’Atalanta ha faticato anche lui, una volta entrato in campo. Il brasiliano, comunque, sembrerebbe il più affidabile dei due. Non a caso, Inzaghi a inizio stagione aveva scelto lui per il posto da titolare, preferendolo proprio a Bastos. Le gerarchie, però, potrebbero cambiare a gennaio con l’arrivo di Caceres. Vedremo cosa deciderà il mister, che nel frattempo spera di non perdere de Vrij: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. silmabr_659 - 3 anni fa

    Speriamo davvero in Caceres perché De Vrji se ne va, salvo imprevisti imprevedibili, Wallace è così, così, Radu è alla fine, Patric ma ancora non da tutte la garanzia, Bastos invece è proprio un flop. I 22 goals subiti parlano da soli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy