Serie A, Parisi: “Playoff lontani dalla nostra cultura. Sui contratti dei calciatori…”

Il noto procuratore si esprime sui temi più scottanti legati alla ripresa del campionato

di redazionecittaceleste

Serie A

ROMA- Il procuratore Fabio Parisi è intervenuto ai microfoni della Domenica Sportiva per analizzare la situazione del sistema calcio in Italia e non solo: “In questo momento penso che l’orario delle partite sia il minore dei problemi, fa impressione l’incapacità del calcio italiano di auto-determinarsi, in partenza la Lega Serie A. Io ho vissuto la realtà degli Stati Uniti, dove uno decide e tutti si adeguano. Il playoff è una cosa lontana dalla nostra cultura, ci vorrebbe tempo. Poi penso anche alla Ligue 1 che ricomincia il 22 agosto, con pochi giorni dopo che si dovrebbe giocare la finale di Champions: in generale mi pare si navighi a vista. Il discorso contrattuale degli atleti è più complicato, ma si può ovviare come hanno fatto in Inghilterra, con un rinnovo di un paio di mesi per i casi interessati”.

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy