CLAMOROSO MILAN – Menez come Ibra al primo anno: ora il francese può addirittura far meglio

Paragonare Jérémy Menez a Zlatan Ibrahimovic potrebbe essere un azzardo, visti i termini di incidenza dello svedese in termini di squadra, ma il ruolino di marcia del francese sembra ricordare quello dell’ex collega rossonero nel 2010/11. L’edizione odierna di Tuttosport ha proposto il confronto tra i due, affidandosi ai numeri…

di redazionecittaceleste

Paragonare Jérémy Menez a Zlatan Ibrahimovic potrebbe essere un azzardo, visti i termini di incidenza dello svedese in termini di squadra, ma il ruolino di marcia del francese sembra ricordare quello dell’ex collega rossonero nel 2010/11. L’edizione odierna di Tuttosport ha proposto il confronto tra i due, affidandosi ai numeri e alla vena realizzativa dei due giocatori: Ibrahimovic, nella sua prima annata in rossonero, segnò 14 reti in totale, realizzando 12 centri nelle prime 21 gare, esattamente come l’attaccante francese. Menez ora ha diciassette partite per raggiungere e superare il bottino di Zlatan, iscrivendo anche un record personale in termini di gol.

CECCHINO – Esattamente metà della dote del numero 7 arriva dagli undici metri: Menez ha segnato sei rigori su sei, dimostrandosi glaciale dal dischetto. Giusta quindi l’intuizione estiva di Inzaghi che, dopo l’addio dello specialista Balotelli, affidò l’onore ed onere del ruolo da rigorista al giocatore francese. Mattia Destro, probabilmente voglioso di segnare subito in rossonero, ha preso il pallone dopo il penalty assegnato, ma ha poi consegnato immediatamente ed autonomamente la sfera al collega di reparto. In termini di rigori Menez ha già fatto meglio di Ibrahimovic, il quale ne realizzò tre nella sua prima annata al Milan (uno sbagliato a Cesena).

GOL CHE MASCHERANO – Le dodici reti di Menez, seppur senza miracoli di sorta, hanno comunque mascherato e camuffato le evidenti difficoltà realizzative del reparto d’attacco rossonero. Oltre alle sei reti di Keisuke Honda, gli altri attaccanti milanisti hanno depositato in rete solo due volte (un gol per Torres e uno per El Shaarawy). Questi dodici centri, come ci ricorda Tuttosport, hanno inciso su 18 delle 29 lunghezze conquistate dal Milan: l’unico centro inutile in termini di punti è stata quello messo a segno all’Olimpico contro la Lazio. (Milannews.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy