La Corte d’Appello: “Striscia la Notizia non ha diffamato Affari Tuoi”

Sul gioco televisivo dei pacchi Affari Tuoi, una sentenza della Corte d’Appello della prima sezione civile di Roma, resa nota oggi dall’ufficio stampa di Striscia la notizia, stabilisce che «esclusa la natura diffamatoria di Striscia, la domanda risarcitoria presentata dalla Rai per diffamazione, deve essere totalmente rigettata nel merito e…

di redazionecittaceleste

Sul gioco televisivo dei pacchi Affari Tuoi, una sentenza della Corte d’Appello della prima sezione civile di Roma, resa nota oggi dall’ufficio stampa di Striscia la notizia, stabilisce che «esclusa la natura diffamatoria di Striscia, la domanda risarcitoria presentata dalla Rai per diffamazione, deve essere totalmente rigettata nel merito e condanna sempre la Rai al pagamento delle spese processuali».  L’origine del procedimento risale a qualche anno fa, all’autunno 2006 e riguarda quella che Striscia definisce «strana casualità per cui i pacchi di più alto valore arrivano sino alla fine della trasmissione, in barba alla legge di probabilità».  Il tema è stato più volte sollevato dal tg satirico di Canale 5 e la Rai decise di fare causa per diffamazione. Scrive la Corte d’appello, riprendendo la pronuncia del Tribunale: «Sussisteva la verità dei fatti e quindi della notizia divulgata da Striscia la notizia».  Per il Tribunale si era in presenza del legittimo esercizio del diritto di cronaca. E la Corte d’Appello conferma, «scrivendo che è stato esercitato il diritto di critica, integrato e accompagnato da un’informazione legittimamente resa in maniera anche satirica perché le notizie vengono date e commentate con sarcasmo e con modalità del tutto pertinenti». (Leggo.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy