Mancini sarà il nuovo ct. Bruno Longhi spiega perché

Chi guiderà la Nazionale italiana all’esordio della stagione 2014-14, il 4 settembre contro l’Olanda (amichevole)? Bruno Longhi non ha debbi: Sarà Roberto Mancini. E spiega perché.”Sono quattro i motivi per i quali il destino della panchina azzurra è già scritto.”Il primo è la mancanza di… alternativi di alto profilo. Antonio…

di redazionecittaceleste

Chi guiderà la Nazionale italiana all’esordio della stagione 2014-14, il 4 settembre contro l’Olanda (amichevole)? Bruno Longhi non ha debbi: Sarà Roberto Mancini. E spiega perché.
“Sono quattro i motivi per i quali il destino della panchina azzurra è già scritto.
“Il primo è la mancanza di… alternativi di alto profilo. Antonio Conte si è preso una stagione di riposo, gli altri nomi fatti nelle scorse settimane non fanno parte dei progetti federali, seppure si tratti di grandi professionisti come Guidolin e Spalletti, si fa anche il nome di Antonio Cabrini.
“Il secondo motivo riguarda la carica di ct in senso stretto, ovvero un selezionatore prima che allenatore. Si tratta di saper scegliere i migliori giocatori e Mancini nel suo curriculum ha proprio questa virtù: lo faceva da giocatore nella Samp e nella Lazio, lo ha fatto come vice-allenatore e poi ha costruito l’Inter che ha vinto tutto.
“Terzo elemento: è un vincente. In ogni squadra ha vinto qualcosa dalla panchina, Lazio e Fiorentina, l’Inter con tre scudetti, il titolo al Manchester City e anche a Istanbul col Galatasaray.
“Ultima cosa. Ha l’età giusta, 50 anni, per fare il cittì. E non ha problemi di ingaggio, ben sapendo come la Federcalcio abbia un budget ridotto. Si è già detto disposto ad accettare la proposta che gli faranno, se tale proposta arriverà”. (SportMediaset)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy