svago

Mazzarri si confessa: “Mio figlio non mi vuole più”

MILANO - Walter Mazzarri si racconta. In un'intervista a Repubblica, il tecnico dell'Inter racconta le proprie passioni, la storia e le vicende più personali. «Ho una mania: penso sempre al calcio, in ogni momento, e mi distraggo...

redazionecittaceleste



Tante grandi soddisfazioni, per il tecnico livornese, ma il prezzo da pagare è stato alto: «Quando iniziai ad Acireale, con il serio rischio di un esonero in tempi brevi, mio figlio Gabriele aveva 5 anni e non ce la sentimmo di fargli iniziare la scuola lontano da casa. Così, lentamente, ho tenuto mia moglie e mio figlio lontani dalla mia vita. A volte chiedo a mia moglie se sa che mestiere faccio... Ci siamo visti poco in questi 12 anni. Uno dei miei crucci è di non esserci stato negli anni più belli di Gabriele. Quando tornavo ero come un mammo, per carità, lui dormiva sempre con me, in vacanza non ci staccavamo mai. Ma ricordo certi distacchi brutti, quando allenavo a Reggio uscivo alle 5 di mattina e lui piangeva, perché non sarei tornato che due settimane dopo. Ho trascurato lui e la mamma, sono stato via tanto. Ora ha 18 anni, vado ad abbracciarlo e non mi vuole più, mi manda via. Per forza, ormai è un uomo. Ma spero che capisca, un giorno, perché il papà ha scelto questa vita». (Leggo.it)

Potresti esserti perso