TUTTOSPORT – LA JUVENTUS LAVORA PER MANOLAS MA SARA’ DUELLO CON LA ROMA

TORINO – La Juve insiste per Konstantinos Manolas, ma si trova obbligata a variare la strategia. Niente contropartite tecniche e più contanti. L’Olympiacos non si è scaldato all’idea di inserire nella trattativa uno tra Reto Ziegler, Marco Motta e Frederik Sorensen. Il presidente Vaggelis Marinakis ha respinto la proposta, però…

di redazionecittaceleste

TORINO – La Juve insiste per Konstantinos Manolas, ma si trova obbligata a variare la strategia. Niente contropartite tecniche e più contanti. L’Olympiacos non si è scaldato all’idea di inserire nella trattativa uno tra Reto Ziegler, Marco Motta e Frederik Sorensen. Il presidente Vaggelis Marinakis ha respinto la proposta, però non ha chiuso la porta ai dirigenti bianconeri, anzi… Sulla tratta Torino-Atene-Sydney si continua a negoziare, anche perché dal club biancorosso è filtrata un’apertura importante: la richiesta per il centrale della Nazionale è scesa da 15-16 milioni a 10-11.

OGBONNA IN BILICO – Uno sconticino che non basta alla Juventus per chiudere la trattativa. Marotta non può firmare l’assegno, ora. Ma siccome non vuole farsi soffiare il greco dalla concorrenza (l’Arsenal è in rialzo, Napoli e Roma non mollano), l’ad di corso Galileo Ferraris sta cercando un modo per accontentare l’Olympiacos. Scartata l’opzione contropartite, si lavora sulle cessioni. Angelo Ogbonna è il maggior indiziato e potrebbe essere sacrificato. Alla Juventus non si è ancora inserito come ci si aspettava un anno fa, ma in Europa mantiene sempre una discreta considerazione. Stima confermata dall’offensiva del Valencia, che la scorsa settimana prima di ingaggiare il tedesco Mustafi, aveva messo sul piatto 10 milioni per l’ex granata. Ogbonna ha declinato la proposta degli spagnoli. Ma sulle sue tracce ci sono sempre Siviglia, Atletico Madrid, Arsenal e Tottenham. In caso di semaforo verde, gli uomini mercato bianconeri incasserebbero i contanti per andare a chiudere l’operazione Manolas. Ad Atene indicano la Juventus in avanzamento, mentre dalle parti di corso Galileo Ferraris sono più prudenti. Le gerarchie nel calciomercato variano da un giorno all’altro e la concorrenza di Arsenal e Napoli non può lasciare tranquillo Marotta. Il motivo? Arséne Wenger cerca un difensore e ha appena incassato 15 milioni dal Barcellona (cessione di Vermaelen). Rafa Benitez ha lo stesso pensiero e per Fernandez (passato allo Swansea) ha ricevuto un bonifico da 10 milioni. Movimenti che permettono a Napoli e Arsenal di superare la Juventus da un momento all’altro. Il fattore tempo potrebbe rivelarsi determinante, anche se al momento gli azzurri sembrano più concentrati su Agger del Liverpool e i Gunners su Nastasic del Manchester City. Quest’ultimo, tutt’altro che blindato dopo l’arrivo di Mangala, è un obiettivo anche della Juventus. Marotta lo scorso mese ha chiesto (senza successo) l’ex viola in prestito. Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno, se l’Arsenal affonda da una parte, di conseguenza lascerà campo dall’altra. Napoli e Roma permettendo. (Tuttosport.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy