Inzaghi e i Fantastici 5 in attacco, tra tattica e lucida follia

Inzaghi e i Fantastici 5 in attacco, tra tattica e lucida follia

Il tecnico biancoceleste può contare su tanta qualità nel reparto avanzato, ma riuscirà a schierarli tutti in campo?

di Simone Cesarei

ROMA- La sosta scende come una manna dal cielo dalle parti di Formello. Entusiasmo, euforia, sogni di gloria che si alimentano di partita in partita, ma anche preoccupazione per una squadra che negli ultimi tre impegni ha dovuto giocare con una difesa completamente inventata, adattando addirittura Patric come centrale di destra. Sono questi gli umori intorno a una squadra che ha cominciato la stagione come meglio non avrebbe potuto. La Lazio sogna e fa sognare, tanto in campionato quanto in Europa League, dove le seconde linee si stanno facendo trovare pronte. Fare di necessità virtù, insomma. Inzaghi ha creato una macchina letale sotto porta, ma anche solida difensivamente, una squadra che non dipende da un solo giocatore, ma può contare su un gruppo unito e coeso che rema tutto dalla stessa parte. Il quinto posto dell’anno scorso è solamente un punto di partenza, quest’anno l’asticella si è alzata in Serie A, il quarto posto fa gola, e anche tanta. Nessuno ne parla a Formello, nessuno si sbilancia, ma è chiaro che l’obiettivo stagionale è fare di tutto per cercare di raggiungere quella Champions League solamente sfiorata negli anni scorsi.

I FANTASTICI CINQUE

Milinkovic-Felipe Anderson

L’inizio di stagione da favola della Lazio ha messo in buona luce anche l’operato della società in sede di mercato, con scelte che si stanno rivelando oculate e utili alla causa biancoceleste. In attesa di scoprire i due ragazzini portoghesi portati da Jorge Mendes, c’è molta curiosità intorno a Nani, vero fiore all’occhiello del mercato estivo laziale. Il portoghese è stato fuori fino ad ora per un problema fisico rimediato quando vestiva la maglia del Valencia e ha esordito solamente domenica scorsa contro il Sassuolo. Dopo la sosta sarà completamente recuperato e allora per Inzaghi cominceranno i problemi, quelli che ogni allenatore vorrebbe avere. In attacco c’è un’abbondanza da far invidia, e come il tecnico piacentino riuscirà a gestire i campioni del reparto avanzato è uno degli interrogativi maggiori in casa Lazio. L’ex Manchester United, che in carriera ha vinto tutto quello che si poteva vincere, non è sicuramente venuto a Roma per fare panchina, e potrà mettere la sua esperienza al servizio di una squadra che avrà sicuramente bisogno del suo carisma. Sta scaldando i motori anche Felipe Anderson, che si sta allenando duramente a Formello per recuperare dalla tendinopatia che lo ha colpito in estate. Un infortunio rognoso, un dolore che l’asso brasiliano vuole risolvere una volta per tutte cosi da mettere tutta la sua qualità al servizio della causa biancoceleste. A una precisa domanda riguardo un possibile tridente formato da Nani, Immobile e l’ex Santos, Inzaghino si è detto tranquillo: “Non sarà un problema schierarli insieme, sono dei grandi giocatori. Dipenderà dalla partita e dall’avversario”. Nessun problema dunque, perchè l’abbondanza fa sempre piacere. Il modulo prediletto da Inzaghi in questo inizio di stagione però, quel 3-4-2-1 che sta deliziando i tifosi laziali, ha visto l’esplosione di un Luis Alberto rinato, unico vero insostituibile di questo inizio di stagione. Lo spagnolo è l’unico giocatore nella rosa biancoceleste, insieme a Strakosha, ad essere sempre partito titolare e sostituito solamente nell’ultima partita contro il Sassuolo, in cui ha messo a segno una doppietta da urlo. L’ex Liverpool, dopo un anno deludente, è rinato come una fenice dalle proprie ceneri e ora sta incantando l’Olimpico a suon di gol e giocate. Altro intoccabile è Sergej Milinkovic Savic, gioiello per il quale la società ha saputo rifiutare in estate offerte da capogiro. I top club di tutta Europa hanno messo gli occhi su di lui, ma il suo futuro è a Roma. L’unico sicuro del posto sembra essere Ciro Immobile, il Re Mida biancoceleste. 13 centri in stagione, solamente Messi ha fatto meglio in Europa. I Fantastici 5 sono pronti a mettersi a disposizione di Inzaghi, che sicuramente riuscirà a sfruttarne al massimo le qualità tra campionato ed Europa League. Non sorprenderebbe poi se il tecnico piacentino trovasse il modo di farli giocare tutti insieme, in un apoteosi di talento che nessuna squadra riuscirebbe a controllare con facilità. I tifosi sognano, lo fa anche Inzaghi.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy