Inzaghi: “Juve quasi imbattibile in casa. Io al posto d’Allegri? Lui è il top…”

Inzaghi: “Juve quasi imbattibile in casa. Io al posto d’Allegri? Lui è il top…”

Queste le parole del tecnico biancoceleste alla vigilia della sfida contro al Juve

ROMA – Queste le parole del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, alla vigilia della sfida contro al Juve: “Abbiamo cercato di lavorare tanto in questa sosta e di recuperare più giocatori possibili. Intanto riavremo Bastos…”. Come il 13 agosto: “Abbiamo ripreso qualcosa a livello tattico della Supercoppa. Domani dovremo avere umiltà, ma tanto furore agonistico. Allo Stadium troveremo una Juve arrabbiata per la sconfitta e per l’ultimo pareggio a Bergamo. In casa i bianconeri sono quasi imbattibili, ma noi cercheremo di fare la gara giusta”. La Lazio è cresciuta tanto: “Le ultime volte a Torino non abbiamo fatto bene, la Juve in Italia e in Europa è di un altro livello. Noi cercheremo di fare la gara perfetta, sperando che loro non siano in giornata”.

INFERMERIA

Wallace non recupera: “Col polpaccio non si scherza, deve recuperare bene”. Nani in forma: “L’ho visto molto bene, per fortuna non è andato in Nazionale e qui sta crescendo di settimana in settimana. Tra domani e giovedì si è guadagnato di giocare sul campo. E’ al 100% e lo ha dimostrato”. Marusic e Patric ok: “Avevano qualche problemino, oggi stanno meglio. Spero di recuperare anche Lukaku tra giovedì e domenica”.

TABU’

La Lazio non vince da 15 anni a Torino in campionato: “E’ tanto tempo, ma non è solo la Lazio che non vince lì. Il discorso vale per tutta la serie A. Io sogno di giocarmi la gara alla pari in quello stadio”. La Juve non si è indebolita: “Tutti gli anni ha perso giocatori, ma li ha sempre sostituiti nel migliore dei modi e ha continuato a vincere. Quest’anno ha perso Bonucci, il Napoli si è avvicinato tanto”. Anche il divario fra la Juve e la Lazio si è ridotto: “C’è ancora il gap e ci sarà sempre, dipenderà molto da noi. Il 13 agosto abbiamo fatto una prestazione di un’intensità unica. Adesso dovremo essere bravi a fare una gara al di sopra delle righe. Solo così si limitano i bianconeri”. Inizia il tour de force: “Sì, le prossime 5 gare saranno 4 trasferte e una sola sfida all’Olimpico. E’ un ciclo ancora più duro rispetto a settembre, poi ci sarà quello di novembre prima di Natale”.

FUTURO

La Juve corteggia Inzaghi: “Gli apprezzamenti fanno piacere. La Juve ha come allenatore Allegri, uno dei top in Europa che stimo tanto”. Dal punto di vista tattico Inzaghi si aspetta le scelte fatte: “Giocheranno Mandzukic, Higuain, Dybala e uno fra Douglas Costa e Bernardeschi, la differenza saranno l’approccio e l’atteggiamento che avremo in campo”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy