Lemar, una freccia nera per la faretra di Inzaghi

Lemar, una freccia nera per la faretra di Inzaghi

L’esterno del Monaco interessa alla Lazio, potrebbe essere lui l’erede di Keita…

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Non manca molto alla fine della stagione e la Lazio ha ancora tanto da giocarsi. Malgrado ciò la società biancoceleste è vigile sul mercato e inizia a pensare concretamente all’allestimento di una rosa competitiva per l’anno prossimo. Bisogna guardare al calciomercato nell’ottica della probabile, ma non sicura, cessione di Keita Baldè Diao e Lotito non vuole farsi trovare impreparato. Per questo fra i profili sondati per sostituire il senegalese Tare avrebbe messo gli occhi su Thomas Lemar.

MIRACLE MONACO – Tra i protagonisti della straordinaria stagione del Monaco, Lemar ha attirato su di se’ le attenzioni di molti club con le sue prestazioni. Un’annata condita da ben 13 gol e 13 assist in 50 partite giocate che ha messo in luce le qualità del calciatore francese: grande velocità e buon controllo di palla, dribbling rapido e una visione di gioco interessante, inoltre è in grado di calciare bene da fermo, con conclusioni potenti e precise. Dal punto di vista tattico il numero 27 del Monaco è una classica ala sinistra brevilinea, ma può agire sia come ala destra – e rientrare per calciare col mancino – sia come trequartista dietro la punta.

STRATEGIA – Le sue capacità hanno fatto lievitare il prezzo dell’esterno classe 1995. Probabilmente serviranno una ventina di milioni per strapparlo al club monegasco, ma la Lazio può contare sui buoni rapporti con il suo procuratore Jorge Mendes, che cura gli interessi anche di Wallace. Perciò Lotito e Tare cercheranno di strappare un prezzo vantaggioso per accaparrarsi uno dei talenti più in vista di questa stagione. Tornando al campionato, leggi le parole di Simone Inzaghi in conferenza: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy