Bomba-Keita: caos in casa Lazio. Ecco come sono andate veramente le cose…

Bomba-Keita: caos in casa Lazio. Ecco come sono andate veramente le cose…

Due settimane fa era stato chiamato da Tare e la telefonata era andata alla grande…

 

ROMA – Caos Keita. Ieri il messaggio su twitter (LEGGI QUI) che ha fatto scoppiare l’ennesimo caso in casa Lazio. Ma come sono andate veramente le cose? La verità – scrive Il Messaggero – èè che Balde ha deciso di fare di testa sua. Due settimane fa era stato chiamato da Tare e la telefonata era andata alla grande: addirittura Bielsa in persona voleva che restasse a Roma. Così la Lazio gli aveva assicurato che a breve ci sarebbe stato l’incontro per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2018. L’esterno biancoceleste guadagna attualmente 750mila euro e per legarsi ancora alla Lazio ne chiede il doppio. Serviranno, dunque, 1,5 milioni per farlo felice e ottenere la firma. Il club biancoceleste ora non sembra più disposto ad accontentarlo su queste cifre, ma, vista la sua volontà di andare via, aveva assicurato al ragazzo che avrebbe abbassato la richiesta per il suo cartellino. Attualmente Lotito chiede almeno 20 milioni, così le pretendenti scappano. Per prima la Juve che aveva sondato l’attaccante. Lo stesso agente Calenda si troverebbe in difficoltà: aveva assunto la procura con la parola di portarlo a Real o Barca. Le due società, sentita la richiesta, si sono defilate. E a quelle condizioni restano lontane anche Siviglia e altri club della Premier, ben più interessate, ma pronte a spendere non più di 11-15 milioni. Ci pensa l’Inter visto che il talento senegalese piace molto a Mancini. Il ritiro è cominciato subito con i fuochi d’artificio, dopo i botti del rifiuto di Bielsa. Keita non si presenta, sarebbe dovuto arrivare al massimo oggi. Intanto – comunque – la Lazio starebbe per chiudere il primo colpo: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy