UEFA: “Per le squadre dei campionati annullati non cambiano le regole”

Ecco le parole del presidente dell’UEFA, Aleksander Ceferin

di redazionecittaceleste
UEFA: parla Aleksander Ceferin

ROMA – Il presidente dell’UEFA, Aleksander Ceferin (al timone da quasi quattro anni), ha parlato a Il Corriere dello Sport di diverse tematiche, tra le quali anche l’eventuale ammissione dei club appartenenti a campionati annullati alle coppe europee. Ecco come si è espresso: “Nessuno vuole il marchio di irresponsabile, il rischio zero non esiste a nessun livello e in nessun settore lavorativo. Stimo i calciatori della Serie A e i dirigenti italiani e non credo ad alcun tentativo di boicottaggio. L’80% dei campionati si concluderà sul campo, i titoli li assegnano i risultati. Penso che la maggioranza delle leghe riuscirà a portare a termine il campionato. Chi non lo farà, scelta sua, dovrà affrontare i preliminari se vorrà partecipare alle prossime competizioni UEFA. Vedo che in alcuni Paesi, come la Germania, le soluzioni adottate sono più mirate e funzionali al prosieguo dell’attività, non alla sua improvvisa interruzione”.

Queste dichiarazioni lasciavano trasparire le possibilità di una “punizione” per i club appartenenti a campionati che hanno optato per l’annullamento della stagione. Invece non è così. Ecco il comunicato dell’UEFA atto a bloccare ogni tipo di polemiche e incomprensione: “Con riferimento al modo in cui alcune parole dell’intervista rilascia a BeIN sono state citate, la UEFA vuole chiarire che il presidente Ceferin ha detto che i club le cui leghe si siano fermate in questa stagione dovranno comunque essere pronti per i turni preliminari della prossima annata, secondo le attuali liste di accesso. Non ha menzionato né accennato in alcun modo a qualsiasi cambiamento le regole di accesso alle competizioni UEFA“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy