Caicedo-Milinkovic, triplice graffio per il passaggio in Europa

Questo il commento al termine della sfida contro il Nizza

di redazionecittaceleste

NIZZA – Tanto va la pantera a largo che ci lascia un altro zampino. E il suo secondo graffio in Europa resta indelebile, forse persino sul passaggio del turno. Incredibile la determinazione di Caicedo, che rimette subito in piedi una partita tutta in salita dopo lo svantaggio, pronti e via, per opera del “vecchio” Balotelli, il più pericoloso dei suoi: l’ex Milan infila di testa Strakosha, approfittando della marcatura larga al centro di Luiz Felipe. Ma proprio sul ripresa del gioco centrocampo, il brasilino sventaglia una palla lunghissima, spizza Milinkovic di testa e Caicedo si tuffa in area e segna approfittando col corpo dell’incertezza dell’ultimo difensore Dante e di Cardinale in uscita. Il portiere francese ancora in difficoltà al 35′ su un tiro dalla distanza di Nani: sulla respinta incrocio clamoroso di Radu.

RADDOPPIO

La Lazio “B” fatica, è imprecisa e prevedibile, soffre il possesso palla del Nizza, ma poi prova comunque a imporre Oltralpe il suo gioco. Nuovi brividi però subito nella ripresa con un’uscita maldestra di Strakosha su Balotelli che, a porta vuota, calcia sull’esterno della rete. SuperMario ancora impreciso in altre due occasioni, ma Inzaghi non ci sta a subire. Così ecco contemporaneamente in campo Luis Alberto e Immobile per Di Gennaro e Nani, ma il vantaggio è merito ancora di Caicedo: Felipao s’invola sull’assist di Radu sulla linea del fuorigioco e mette al centro un cioccolatino che Milinkovic trasforma (con la doppietta finale di testa) in una bella torta. Ecco il regalo per i 30 anni degli Irriducibili scalmanati sugli spalti: 9 punti, bottino pieno. Dal campionato all’Europa League sulla Lazio un arcobaleno.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy