• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Caicedo si prende le copertine: il primo gol non si scorda mai

L’ecuadoregno ha ben impressionato anche ieri sera contro lo Zulte, dimostrandosi molto più che il vice-Immobile

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA-Una partita da incorciare, quella di ieri contro lo Zulte Waregem per Felipe Caicedo. L’attaccante ecuadoregno, in un clima surreale per l’assenza di pubblico sugli spalti dell’Olimpico, ha siglato il suo primo gol con la maglia della Lazio. Il primo graffio della Pantera. Il primo di una lunga serie, si spera. Ieri sera Inzaghi ha puntato su Felipao come prima punta, Caicedo doveva fare Immobile. Prova superata con scioltezza e facilità, e non solo per il poco spessore dell’avversario. Caicedo si è dimostrato un vero bomber d’area di rigore, poco freddo sotto porta come dimostrano due occasioni sprecate malamente da ottima posizione, ma sempre al posto giusto al momento giusto, qualità più unica che rara. Tanto lavoro per la squadra, tanta corsa e abnegazione tattica. Caicedo si sta prendendo la Lazio, sta convincendo gli scettici che non hanno apprezzato granchè il suo acquisto in estate: ”Sono contento per il mio gol, ma molto di più per la vittoria. Io devo sfruttare questa competizione per mettere dubbi al mister, davanti a me c’è un giocatore magnifico come Immobile e anche un grande uomo, con cui in campo mi trovo molto bene”. Le sue parole nel post partita lasciano poco spazio all’immaginazione.

OBIETTIVO

immobile-caicedo

Caicedo sa bene di essere il vice Immobile, ma non per questo il suo impegno o la sua voglia di segnare vengono meno. Mettere in difficoltà Inzaghi, è questo il suo obiettivo. Diventare sempre più importante per la Lazio, onorare l’aquila che ha sul petto. Caicedo sta diventando molto più di un’alternativa per Inzaghi. Il mister piacentino sta infatti accarezzando l’idea di sfoggiare il doppio centravanti anche in campionato, sperando negli stessi risultati visti in Europa League finora. Una punta fisica come Caicedo può essere molto utile nelle partite più bloccate e in cui l’avversario si chiude a riccio a difesa della propria porta. Molte volte lo svariare su tutto il fronte d’attacco di Immobile crea degli spazi in area che potrebbero essere sfruttati al massimo da un rapace come l’ecuadoregno. Il gol di ieri è la perfetta sintesi di un giocatore sempre in agguato e pronto a far volare l’aquila sempre più in alto.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy