• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Notizie Lazio, Nani… non vede l’ora!

di redazionecittaceleste
nani-lazio

ROMA – Ci siamo per davvero. Il countdown è cominciato e terminerà giovedì sera con lo Zulte Waregem. Nani – scrive Il Messaggero – non vede l’ora correre sul prato dell’Olimpico, scalpitante per giocare e finalmente rompere il ghiaccio con il nostro calcio. E debuttare con la maglia della Lazio. Tutto è pronto. Lui, il portoghese, ci sta dando dentro come poche altre volte nella sua carriera. Per l’attesa che si è creata attorno al suo debutto, perfino uno esperto e navigato come l’ex United, non tradisce un velo d’emozione davanti a questo “ritorno” sul terreno di gioco. I tempi, poi, sono stati rispettati anzi, dal punto di vista clinico, addirittura anticipati, rispetto a quanto gli avevano prospettato in Spagna. Già perché quando ha avuto la distorsione del ginocchio durante la preparazione col Valencia, verso la fine di luglio durante un allenamento, i medici gli avevano riferito che sarebbe rientrato nelle prime settimane di ottobre. Invece, con la pazienza e grazie alle cure dello staff sanitario laziale, il portoghese è riuscito ad anticipare un po’ i tempi. C’è da dire che i medici hanno avuto il loro gran da fare, considerato che Nani, qualche volta e per la voglia di rientrare, ha forzato su alcune situazioni, ma senza mai strafare. Situazioni normali, soprattutto per uno abituato ad essere al centro dell’attenzione. La settimana scorsa, durante un test in famiglia, ha dato prova della sua capacità e qualità tecnica, ma ha dovuto rallentare un po’ per non pregiudicare il lavoro fatto da quasi un mese a questa parte a Formello. Per questo Inzaghi, in comune accordo coi medici, non l’ha convocato per la trasferta di Verona, in modo tale che potesse proseguire il suo lavoro senza fretta ed essere pronto per la gara d’Europa League. Difficilmente giocherà dal primo minuto, anche se l’esterno offensivo aveva accarezzato l’idea, ma nessuno vuole rischiare e l’idea è d’inserirlo un po’ per volta. Con i belgi dovrebbe entrare a gara in corso, con uno stadio particolare e riproporsi, sempre durante la partita, con il Sassuolo domenica prossima. E questa volta davanti al suo nuovo pubblico. Anche qui l’emozione non mancherà affatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy