• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

La creazione di Adam: a Verona è nato Marusic

di redazionecittaceleste

Di Lorenzo Manelfi

ROMA – Vedi Napoli e puoi muori. Un detto che poteva addirsi alla Lazio, dopo la sconfitta con i partenopei per 1-4 ma sopratutto dopo gli infortuni che hanno decimato la squadra. E invece il riscatto non si è fatto attendere. Nonostante le molteplici assenze in campo, sopratutto in difesa, i biancocelesti a Verona hanno vinto e convinto. Due i protagonisti indiscussi del match: il solito Immobile – autore dell’ennesima doppietta con la Lazio – e Adam Marusic. Il montegrino ha corso tantissimo (11 Km), si è procurato un rigore, ha fornito un assist ed è andato perfino a segno.

marusic

Insomma, una domenica da incorniciare per Adam, come ha raccontato ai microfoni di Lazio Style: “Sono molto felice di aver segnato il mio primo gol con la maglia della Lazio ma è molto importante anche aver vinto questa partita 3-0 dopo la sconfitta con il Napoli, siamo venuti qui per vincere e lo abbiamo fatto. Lavoriamo duro ogni giorno in allenamento e questi sono i risultati”. Il ragazzo di Belgrado però non si accontenta. Ama vincere, come ha detto il giorno della sua presentazione, e anche ieri dopo il match con il Verona non ha nascosto quali siano gli obiettivi dei biancocelesti: “Cosa penso della Lazio? Penso che sia un ottimo club, con una buona organizzazione e dei fantastici tifosi. Non so se siamo pronti per lottare per la prima posizione ma faremo di tutto per rientrare tra le prime tre squadre quest’anno, siamo un’ottima squadra e possiamo lottare per arrivare in cima alla classifica. Spero che riusciremo ad arrivare in Champions League“.

LA CREAZIONE DI ADAM

E pensare che l’avventura di Marusic alla Lazio non poteva iniziare peggio. Il fallo da rigore del montenegrino su Alex Sandro, che ha causato il pareggio della Juve in Supercoppa, avrebbe potuto influenzare negativamente l’inizio di stagione del terzino biancoceleste. Questo ovviamente se la Juventus avesse vinto, ma per fortuna Murgia ha risolto tutto, anche l’errore di Adam. Nelle prime partite di campionato però è sempre partito dalla panchina e quando è stato chiamato in causa non ha mai pienamente convinto. Anche in Europa League con il Vitesse, in quella che è stata la prima da titolare in biancoceleste, la prestazione è stata insufficiente. Con il Verona però Marusic – prima da titolare in campionato – ha convinto tutti, anche mister Inzaghi, che sicuramente avrà contribuito alla crescita del montenegrino. Il tecnico biancoceleste si potrebbe paragonare a Michelangelo. Se il pittore toscano ha affrescato la Creazione di Adamo, un capolavoro universale della Cappella Sistina, Simoncino ha creato Adam, un terzino che almeno ieri pomeriggio ha incantato il popolo laziale. L’avversario non era così temibile, ma l’esame è stato superato a pieni voti. Basta resterà ai box ancora un po’ e Marusic avrà altre chance per stupire ancora. Che il match di ieri sia solo l’inizio, ad maiora Adam. Nel frattempo un altro giocatore ha esordito ieri con la maglia biancoceleste e a fine gara è intervenuto ai microfoni di Lazio Style: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy