Nella Lazio giocano tutti: 22 giocatori su 25 utilizzati

Solo Felipe Anderson e i 2 portieri di riserva non sono ancora scesi in campo

di redazionecittaceleste

ROMA – Tutti per uno, uno per tutti. Un motto che conoscono in tanti, ma che a Formello va di moda più che da altre parti. Non è solo una questione di gruppo, ma di filosofia tecnica applicata allo stato puro. La Lazio si avvicina alla sfida col Cagliari col vento in poppa e, quasi quasi, sembra non ci sia limite ai traguardi e agli obiettivi che può raggiungere. Il punto di riferimento è Inzaghi che, molto di più rispetto alla passata stagione, è riuscito a coinvolgere tutti i giocatori dell’organico, senza far sentire nessuno escluso. E’ probabilmente questo il grande segreto che c’è dietro agli incredibili successi che sta ottenendo la formazione biancoceleste. Un concetto semplice semplice che pochi riescono ad adottare soprattutto nel calcio perché è difficile ruotare e non far giocare sempre gli stessi o i più forti.
IL RIBALTONE
Nella Lazio, invece, succede l’esatto opposto, giocano tutti, ma nel vero senso della parola. Su venticinque giocatori che compongono l’organico, ben ventidue hanno giocato, risultando decisivi in ogni gara. E la Lazio è l’unica squadra ad aver utilizzato tutti i giocatori. E dopo dodici stagionali è davvero un gran bel risultato. Gli unici che non hanno ancora accumulato minuti sono l’infortunato di lungo corso Felipe Anderson e i portieri di riserva. Si direbbe quasi che Inzaghi non sia solo un allenatore ma quasi il matematico della situazione, considerando che sia riuscito a mettere in partica la proprietà commutativa vera e propria, ovvero cambiando l’ordine dei fattori il risultato non cambia. Ed è proprio quello che sta avvenendo nella Lazio dall’inizio di questa stagione. Tanto, a volte, da non riuscire a capire chi siano i titolari o meno, anche perché ci sono giocatori che, partita dopo partita, stanno convincendo sempre di più, come Patric, o Caicedo, Bastos etc.

MARUSIC C’E’
A ventiquattrore dalla sfida col Cagliari – sottolinea IlMessaggero – Inzaghi torna nella capitale e ritrova Marusic. Il montenegrino, rimasto fuori dalla trasferta francese per un leggero affaticamento, ieri è tornato in gruppo e a disposizione per la gara di domani. Il laterale sarà regolarmente al suo posto, come tutti gli altri. La formazione di domani pomeriggio sarà la stessa che ha battuto la Juve sabato scorso.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy