• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Sospiro per Sergej, niente strappo per Basta, ma è emergenza sino alla sosta: sotto accusa una preparazione tosta!

La Lazio non aveva quattro infortuni in un solo match da 16 anni

di redazionecittaceleste

ROMA – Nemmeno esami per Milinkovic, almeno su lui la Lazio può tirare un enorme sospiro di sollievo. L’emergenza, prima della sosta, rimane tuttavia altissima in difesa. Quasi certamente Inzaghi sarà costretto a passare a quattro dietro, con de Vrij out almeno due gare. La Lazio dovrà stringere i denti per tre partite, poi potrebbe addirittura riabbracciare Bastos contro la Juve: stiramento di primo grado per l’angolano, che dovrebbe tenerlo fuori una ventina di giorni. Addirittura il rientro potrebbe avvenire prima di Wallace come Basta (niente strappo), alle prese con una lesione fra il primo e il secondo grado (30 giorni out). Si spera di rimettere in sesto entrambi fra il Nizza e il Cagliari in casa. Per capire però meglio i tempi di recupero, lo staff medico effettuerà nuovi esami per tutti nella giornata di sabato.

PREPARAZIONE

Il giorno dopo Lazio-Napoli comunque riemergono prepotentemente certi tarli nelle orecchie. Era da 16 anni, dal 23 settembre 2001 (Milan-Lazio 2-0), che il club capitolino non perdeva in un sol colpo 4 giocatori (Crespo, Nesta, Favalli e Dino Baggio) nello stesso match. Sotto accusa oggi la preparazione: in particolare c’è chi, anche dentro Formello, punta il dito sul pesantissimo allenamento di martedì, chi fuori sottolinea come il professor Ripert – abilissimo in Primavera e la scorsa stagione con un solo impegno – forse non abbia l’esperienza giusta per poter assestare una squadra per tre competizioni, senza comprometterne la tenuta muscolare. Inzaghi ieri sembrava abbastanza in difficoltà nell’analisi specifica in conferenza, oggi col suo staff farà mea culpa in questo caso sull’efficenza.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy