Lazio e un tabù lungo 10 anni

Lazio e un tabù lungo 10 anni

di FEDERICO TERENZI ROMA – La Lazio affronta questa sera una delle sue bestie nere negli ultimi anni. L’ ultimo successo contro la Juventus infatti risale alla stagione 2003/04 quando le reti di Bernardo Corradi e Stefano Fiore hanno spento le velleità della Vecchia Signora. Da allora la compagine capitolina…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – La Lazio affronta questa sera una delle sue bestie nere negli ultimi anni. L’ ultimo successo contro la Juventus infatti risale alla stagione 2003/04 quando le reti di Bernardo Corradi e Stefano Fiore hanno spento le velleità della Vecchia Signora. Da allora la compagine capitolina in otto incontri ha racimolato solamente due punti e subendo ben 6 sconfitte. Una delle poche consolazioni la vittoria in semifinale di Coppa Italia dello scorso anno, un 2 a 1 al foto finish ottenuto grazie ad una zuccata di Sergio Floccari e ai miracoli di Federico saracinesca Marchetti. In tutto, in campionato, allo Stadio Olimpico di Roma, sono stati disputati 69 incontri, il bilancio pende a favore degli ospiti che hanno ottenuto 28 successi, contro i 24 dei biancocelesti a fronte di 17 pareggi. In tutto sono stati messi a segno 180 goal, 87 a favore dei padroni di casa contro i 93 centri degli ospiti.

La vittoria interna più larga va in scena nella stagione 1995/96, sulla panchina della Lazio siede Zdenek Zeman, è l’anno dei goal record della Lazio che, in una stagione segnerà più di 100 goal. Risultato finale 4 a 0 per le aaquile con le marcature di Signori, autore di un goal pregevole di esterno destro che si infila sotto la traversa, doppietta di Casiraghi e goal di ‘rambo’ Rambaudi. La vittoria esterna più larga invece si materializza nella stagione 1948/49, uno 0-4 che porta le firme d Sentimenti e Caprile e doppietta di Boniperti. Tra gli incontri più spettacolari invece segnaliamo un duplice 5-3 per i capitolini nelle stagioni 1934/35 e 1942/43, e un 3-4 che risale alla stagione 1994/95, con reti di Del Piero, autore di una doppietta, Grabbi e Marocchi per la Vecchia Signora a cui hanno risposto i goal di Casiraghi,Fuser e Rambaudi per i capitolini.

Tra i bomber più prolifici degli anni duemila, al primo posto troviamo un tridente formato da Del Piero, Trezeguet e Nedved,capace addirittura di segnare con due maglie diverse, con tre marcature. Al secondo posto Crespo, Pandev, Pepe e Vidal con due centri a testa, chiudono la classifica Rocchi,Ledesma,Mellberg,Corradi e Fiore con un goal. Lo scorso anno il match è finito 2 a 0 per la Vecchia Signora grazie alla doppietta di Arturo Vidal.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy