LA CONFERENZA – Pioli: “Vogliamo vincere. L’uomo derby sarà della Lazio”

LA CONFERENZA – Pioli: “Vogliamo vincere. L’uomo derby sarà della Lazio”

Pioli,conferenza,live,diretta

(Pubblicata ieri 7/11) ROMA – Non ha mai battuto la Roma e ieri ha supplicato i suoi ragazzi di fargli vincere il derby. Pioli lo ribadisce in conferenza stampa: “Questa partita conta tanto per la Lazio. Non siamo soddisfatti per la nostra classifica e e del nostro momento”. E’ stata una settimana anomala: “Ci ha fatto bene ritrovare la vittoria in Europa, ora siamo concentrati e abbiamo voglia di vincere la sfida. La squadra è pronta a diventare grande. Abbiamo dei valori, ma non siamo riusciti a dimostrarlo con continuità. Io cerco di rinforzare le cose che vanno bene e di migliorare le cose che non vanno. Io credo in questa squadra. Se vogliamo crescere, questi sono gli appuntamenti dove ci dobbiamo fare trovare pronti”. Fa tremare la designazione di Tagliavento: “So che in passato ci sono state decisioni non fortunate, ma è uno dei miglior arbitri italiani e arbitrerà al meglio”.

SENZA CURVE – Sarà un derby senza curve: “E’ un peccato. Ricordo le coreografie e l’entusiasmo dei nostri tifosi. La situazione va risolta ed è semplice la soluzione. Basta lasciare a casa i tifosi che non sono tifosi”. Pioli ora pensa alla formazione, ma non si sbilancia: “Sto facendo le valutazioni, solo oggi ci alleneremo tutti insieme. Giovedì sera mi sono piaciute delle prestazioni, ma devo capire lo sforzo profuso”. E’ una delle partite più delicate per il mister: “Ci sono state anche altre sfide, questa può essere quella della svolta”. L’avversario è tosto: “La Roma è forte, ha investito tanto per vincere, ma noi vogliamo fare altrettanto”.

PRETATTICA – De Rossi, Maicon, Florenzi out, ma oggi improvvisamente convocati: “Al di là dei giocatori che non ci saranno, la Roma ha investito così tanto che ha il dovere di vincere”. La Lazio ha la metà del monte ingaggi: “Sarà il campo a parlare, il derby esula dai pronostici. Non ci sono favoriti, un derby va giocato dall’inizio alla fine”. Per compiere un salto importante, magari bisogna essere più intelligenti tatticamente: “Ci sono tanti modi per interpretare le gare. Conosciamo le caratteristiche dei nostri avversari ed è chiaro che non dobbiamo lasciare molti spazi. Ma noi abbiamo la nostra mentalità”. 4-2-3-1 o 4-3-3, è qui il dubbio: “Ogni allenatore deve dettare la propria strategia, noi dobbiamo sfruttare le nostre caratteristiche, bassi o alti che saremo. Sarà fondamentale il pressing e rendere sporche le giocate giallorosse”.

NESSUN RIMPIANTO – L’anno scorso due ko da insegnamento: “Sicuramente ogni partita ti dà delle indicazioni, il fatto che non siamo riusciti a raccogliere i frutti del lavoro espresso in campo significa che nel derby bisogna stare per 95′ in partita con la testa. Domani dovremo essere precisi. Roma-Lazio si deciderà sugli episodi, ogni pallone sarà quello decisivo”. Nel silenzio dell’Olimpico: “E’ un dispiacere per tutti, non farà bene a nessuno. Ma l’importanza della gara si percepirà comunque. Si vivrà lo stesso sul terreno di gioco”. La scorsa stagione la Roma tolse il secondo posto alla Lazio: “Non ci pensiamo, perché abbiamo fatto quello che dovevamo fare, abbiamo messo il massimo nella passata stagione e ci siamo comunque tolti delle soddisfazioni. I risultati non mentono mai, quest’anno vogliamo fare un’altra annata positiva”.

UOMO DERBY – Già prima del Rosenborg, Pioli pensava al derby: “Non avevo paura, un allenatore intelligente sa però cogliere le situazioni. Non tutti i momenti sono uguali e bisogna trovare stimoli e motivazioni diverse. Invece abbiamo preparato bene la partita di Coppa e speriamo di aver preparato bene quella di domani. L’uomo derby può essere chiunque, l’importante che sia della Lazio”. A proposito, Parolo c’è: “E’ disponibile”. Mica male sulla carta…

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy