ESCLUSIVA – Mazza: “Lotito non vuole far fare il salto di qualità alla Lazio”

ESCLUSIVA – Mazza: “Lotito non vuole far fare il salto di qualità alla Lazio”

mazza,lazio,pioli,futuro

ROMA – Ai microfoni di cittaceleste.it è intervenuto Mauro Mazza, direttore Rai. Ecco le sue parole: “Non è roba per noi la Champions. E’ la misura di chi si era illuso dopo Lazio-Bologna e dopo la partita di andata. La Lazio è la stessa dello scorso anno, senza attacco. Con un Keita che al di là del lampo con il Levrkusen, non ha il peso e l’esperienza di tenere sulle spalle attacco. La Lazio è la stessa dello scorso anno senza Felipe Anderson. La volontà di chi la gestisce è quella di non voler fare quel benedetto salto di qualità che tutti si auspicano. La dimensione della Lazio è da metà classifica, da squadra che può arrivare in Europa, se tutto va bene. Ha acquisito promesse del calcio, ma che non hanno la forza per questi impegni internazionali. Parliamo di exploit. La società ha scelto per la seconda volta di non rinforzare la squadra per partecipare alla Champions League. Tolte Juve,Milan e Inter hanno tutte lo stesso problema. Sentire i cori dei tifosi arrivati con tanta speranza, non è stata una bellissima serata. Il pane si fa con la farina che hai a disposizione. Pioli non ha a disposizione una rosa di un grande tasso tecnico. E’ mancata a centrocampo, un regista di qualità, il gioco era fatto di lancioni. Non contesto la scelta della difesa a tre, quello che contesto sono gli errori individuali di Mauricio e di de Vrij che hanno condannato la Lazio. 45 milioni per Anderson? L’importante è che vengano reinvestiti. A questo punto me lo tengo, la farina buona serviva prima. In caso d’ingresso in Champions c’era l’obbligo di comprare, per avere dei doppioni. Con i gironi di Europa League, si farà sperimentare la Lazio B, per saggiare quanto valgono i giovani acquisiti”.

Edoardo Benedetti – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy