LA CARICA – Ederson: “Lazio, puoi battere la Juve”

LA CARICA – Ederson: “Lazio, puoi battere la Juve”

ROMA – Ieri in Brasile, oggi in italia. Torna a parlare Ederson, dopo due partite in campo e lungo calvario: “Ringrazio Candreva per l’assist contro il Cagliari. Sono davvero contento per il gol, ho lavorato tanto e aspettato a lungo questa chance. Poi la partita si stava complicando e io…

ROMA – Ieri in Brasile, oggi in italia. Torna a parlare Ederson, dopo due partite in campo e lungo calvario: “Ringrazio Candreva per l’assist contro il Cagliari. Sono davvero contento per il gol, ho lavorato tanto e aspettato a lungo questa chance. Poi la partita si stava complicando e io l’ho chiusa”. Il bis – senza rete – contro l’Empoli: “Ho bisogno di fare minutaggio e di correre per ritrovare la condizione ideale – spiega alla radio ufficiale biancoceleste – e il mister mi sta dando fiducia”. La Lazio ora deve essere più cinica: “La nostra squadra fa un bel gioco, crea tanto, non penso che gli attaccanti abbiano poca cattiveria. Noi tutti viviamo per il gol, a volte ce lo impedisce una parata o un palo. Dobbiamo lavorare ed essere concentrati, possiamo ancora progredire. Non dobbiamo neanche pensarci troppo alle occasioni sbagliate, dobbiamo essere sereni, cinici e consapevoli di esserci preparati bene”. Il mal di rimonta? “Il fatto di non riuscire a rimontare è una caratteristica del campionato italiano. In Italia le squadre si chiudono, dopo che passano in vantaggio, e puntano molto sul contropiede. Bisogna vedere poi quando vai in svantaggio. A Empoli abbiamo fatto una bella gara sia nel primo che nel secondo tempo, ma abbiamo peccato di attenzione in due palle ferme e non abbiamo concretizzato quanto creato. Nel corso della stagione capiterà che riusciremo a rimontare come fatto in passato”. Ora testa alla Juve: “Sarà una partita difficile contro i campioni d’Italia, sarà dura a livelli di intensità. Noi dobbiamo alzare il nostro livelli di intensità di gioco. Se vogliamo vincere dobbiamo crederci, avere una fede molto forte. Crederci è il primo passo per fare un exploit, abbiamo le possibilità per vincere. Se tiriamo fuori il meglio di noi stessi possiamo farcela e sorprendere un po’ tutti. Ogni volta contro la Juve cerchiamo di affrontarla al meglio, il mister ci tiene molto alla preparazione tattica. Se la prepariamo bene possiamo sorprenderli e fare un risultato positivo”. Anche la “Vecchia Signora” ha dei punti deboli: “Ma noi ci dobbiamo concentrare sulla nostra forza, dobbiamo fare una partita perfetta tatticamente. Nei 90 minuti dobbiamo essere compatti, non dare spazio alla Juve. Serve attenzione anche quando attacchiamo, se ci crediamo veramente possiamo cominciare a preparare un bel risultato”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy