Lazio, Guido Paglia: “Lotito e la sua conduzione dittatoriale. Deve affidarsi ad una banca”.

Lazio, Guido Paglia: “Lotito e la sua conduzione dittatoriale. Deve affidarsi ad una banca”.

ROMA – Uno dei momenti più difficili della Presidenza Lotito e ancor di più nel rapporto con i tifosi biancocelesti. Ai microfoni di Radiosei è intervenuto l’ex Capo della comunicazione e delle relazioni esterne della Lazio Guido Paglia: “Abbiamo riconosciuto al Presidente Lotito il buon lavoro fatto inizialmente, ma dopo…

ROMAUno dei momenti più difficili della Presidenza Lotito e ancor di più nel rapporto con i tifosi biancocelesti. Ai microfoni di Radiosei è intervenuto l’ex Capo della comunicazione e delle relazioni esterne della Lazio Guido Paglia: “Abbiamo riconosciuto al Presidente Lotito il buon lavoro fatto inizialmente, ma dopo questa sessione di mercato si è toccato il fondo e non c’è più nessuna attenuante. E’ stata gestita male la cessione di Hernanes e dopo il famoso 26 maggio bisognava prendere delle decisioni e non aspettare fino all’ultimo ed è ancora più inutile parlare di un accordo già esistente con l’Inter per sedare i tifosi. La Lazio senza il brasiliano perde qualcosa, ma è anche un sintomo di una mancanza di prospettive di crescita della società.

 

Lotito porta avanti una conduzione dittatoriale senza un obiettivo preciso e penso, come molti in Italia, stia vivendo un momento di difficoltà economica. Una società come la Lazio non deve essere condotta in maniera personalistica e decide tutto lui. Si dovrebbe far partire una campagna di mobilitazione pacifica da parte dei tifosi. Penso che dovrebbe affidare la Lazio ad una banca di fiducia, per poi trovare un compratore. In questi anni qualcuno si è fatto avanti, ma Lotito ha sempre respinto tutti”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy