PRIMAVERA: Palombi superstar, Tounkara ingenuo

PRIMAVERA: Palombi superstar, Tounkara ingenuo

Pronti, partenza, via, gol. Palombi fa rifiatare Formello e i tifosi laziali che dopo le delusioni della prima squadra puntano tutto sugli aquilotti di Simone Inzaghi. Neanche cinque minuti e già si esulta al campo Mirko Fersini all’interno del quartier generale biancoceleste. Ma il vantaggio dura appena dieci minuti e…

Pronti, partenza, via, gol. Palombi fa rifiatare Formello e i tifosi laziali che dopo le delusioni della prima squadra puntano tutto sugli aquilotti di Simone Inzaghi. Neanche cinque minuti e già si esulta al campo Mirko Fersini all’interno del quartier generale biancoceleste. Ma il vantaggio dura appena dieci minuti e il Palermo ristabilisce la situazione di pareggio. Più che il Palermo ci pensa Tounkara. Il suo fallo ingenuo ed evitabile giudicato, dall’arbitro, all’interno dell’area, stende l’attaccante siciliano Bentivenga e regala un calcio di rigore fondamentale ai rosanero.

 

Lazio in sofferenza per l’intero primo tempo che non vede l’ora di rientrare negli spogliatoi. E l’intervallo giova proprio ai padroni di casa, o meglio, a Palombi. L’attaccante biancoceleste è la superstar della giornata e mette a segno una tripletta pazzesca. Segna in ogni modo e in qualsiasi momento se la squadra ne ha bisogno. Oikonomidis forse stanco e Tounkara in completa ombra che si fa notare solamente per il fallo da rigore che regala il gol agli avversari. Quindi ci pensa lui a giocare per tutti, supportato anche da Lorenzo Pace che porta a casa una bella prestazione facendo il lavoro sporco ma utile della zona offensiva laziale. Sul finale di partita, il tecnico laziale, decide di far diventare ancora più speciale la giornata di Palombi sostituendolo per una immancabile e meritata standing ovation. Applausi per un futuro campione che punta alla classifica marcatori. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy