ACCELLERATA – Il ritorno di Lucas: un uomo, un regista, il salvatore della Lazio!

ACCELLERATA – Il ritorno di Lucas: un uomo, un regista, il salvatore della Lazio!

Ha saltato sette gare su tredici totali e si sa com’è andata, la statistica è trita e ritrita. Con Biglia è un’altra storia, è un’altra Lazio. Pioli è rimasto di sasso quando ha saputo che s’era infortunato nuovamente.

LA BOMBA - Biglia si è accordato con il Real Madrid, Tare cerca un nuovo centrocampista

ROMALui sta tornando e il suo manager è arrivato in Italia: l’incontro con la società per il rinnovo è imminente. Lui è Lucas Biglia, il Principito della Lazio. Chi altrimenti? Sta tornando a tempo di record, anche ieri ha svolto lavoro differenziato, da oggi intensificherà il lavoro atletico, domani (in Europa) sarà risparmiato, domenica è previsto in campo contro il Toro. Il tempo è da record perché s’è fatto male l’8 ottobre in Argentina-Ecuador. Sono trascorsi 13 giorni, sono bastati per rimetterlo in sesto. Biglia s’era procurato una lesione di primo grado al muscolo pettineo della gamba sinistra, s’era temuto uno stop più lungo. Non è nuovo a recuperi lampo, non è nuovo a cadute in serie. Pioli è stato tentato dall’idea di sganciarlo contro il Rosenborg, meglio non rischiare. Biglia non può giocare sempre e comunque, non è possibile, ne paga lo scotto. E’ successo appena è tornato, l’hanno costretto agli straordinari e ha accusato il sesto infortunio dal settembre 2014. E’ iniziato un nuovo tour de force, si concluderà l’8 novembre, nella domenica di Roma-Lazio. Biglia va gestito, non può essere spremuto. E’ unico, è vero. Ecco perché deve restare integro. Biglia – scrive il Corriere dello Sport – ha accelerato negli ultimi giorni, ieri s’è recato in Paideia, c’era anche lui nel gruppone che ha fatto una capatina in clinica. I controlli sono andati bene, i miglioramenti sono continui, il rientro è ad un passo. Biglia, un uomo, un regista, il salvatore della Lazio. Ha saltato sette gare su tredici totali e si sa com’è andata, la statistica è trita e ritrita. Con Biglia è un’altra storia, è un’altra Lazio. Pioli è rimasto di sasso quando ha saputo che s’era infortunato nuovamente. E’ felice oggi, può riabbracciarlo. Biglia, da quando è finito ko, ha saltato solo il Sassuolo, salterà anche il Rosenborg, i danni saranno stati limitati a queste due gare.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy