CASA LAZIO – Lotito spiazza tutti: ha fatto un dossier sui torti arbitrali da inviare a Uefa e Lega Calcio

CASA LAZIO – Lotito spiazza tutti: ha fatto un dossier sui torti arbitrali da inviare a Uefa e Lega Calcio

In campionato, oltre all’arbitraggio di domenica a Sassuolo, la Lazio non ha gradito nemmeno quello di Verona dove comunque vinse 2-1.

Salomone

ROMA – Anno nuovo, vecchi torti. Il giorno dopo la sconfitta contro il Sassuolo a Formello c’è rabbia. Il rigore inventato dall’arbitro Guida ha mandato su tutte le furie Pioli e Lotito. E non è la prima volta che accade. Lo scorso anno a far sbottare il patron biancoceleste fu l’arbitraggio di Massa nella sfida persa 2-1 in casa contro l’Inter. Errori poi certificati dalle parole del designatore arbitrale Messina: «Massa è il primo ad essere dispiaciuto per quanto accaduto». Archiviata la rabbia, sopita dall’ingresso ai preliminari di Champions dopo la vittoria al San Paolo contro il Napoli, la Lazio in questa stagione ha dovuto nuovamente fare i conti con una serie di arbitraggi sfavorevoli. Soprattutto in Europa dove dal 2009 ad oggi la squadra biancoceleste è stata spesso penalizzata da alcune direzioni di gara discutibili. L’apice nel 2013 quando a Istanbul contro il Fenerbahçe alcune decisioni di Collum la eliminarono ai quarti di finale di Europa League.  Quest’anno in 12 gare tra Coppa e campionato, la Lazio ha subito torti arbitrali in 5 occasioni (3 in Europa e 2 in campionato). Tutto – riporta leggo.it – inizia il 18 agosto all’Olimpico contro il Bayer Leverkusen, andata dei preliminari di Champions: la Lazio vince 1-0 grazie al gol di Keita, ma l’arbitro Eriksson grazia prima Papadopoulos poi Wendell (già ammonito) per due fallacci su Anderson. Al ritorno è Carballo, sullo 0-0, a negare un rigore a Keita. Addio Champions, in Europa League all’esordio fuori casa contro il Dnipro, l’arbitro Hunter dopo una gara diretta tutta in favore degli ucraini, concede 11 secondi in più di recupero rispetto ai 3′ assegnati, consentendo al Dnipro di fare 1-1.  In campionato, oltre all’arbitraggio di domenica a Sassuolo, la Lazio non ha gradito nemmeno quello di Verona dove comunque vinse 2-1. Giacomelli prima annullò un gol valido a Djordjevic poi negò il rigore ad Anderson e convalidò il gol di Helander nonostante il fallo di Jankovic su Marchetti. Altro materiale utile per Lotito pronto a farsi sentire, tanto all’Uefa quanto in Lega.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy