I GIOIELLI – TIELEMANS: la nuova luce perpetua in Belgio

I GIOIELLI – TIELEMANS: la nuova luce perpetua in Belgio

Youri Tielemans è nato Sint-Pieters-Leeuw (circa dieci chilometri da Bruxelles) …

Tielemans

di Andrea Colacione

ROMA – Youri Tielemans è nato Sint-Pieters-Leeuw (circa dieci chilometri da Bruxelles) da padrer belga e madre di origine congolese il 7 maggio del 1997ed ha iniziato a muovere i primi passi nell’Anderlecht all’età di cinque anni, bruciando tutte le tappe e record su record di talento e di precocità. Dopo aver completato tutta la trafila nel settore giovanile il gioiello bianco malva ha esordito in prima squadra contro il Lokeren il 28 luglio 2013 all’età di sedici anni e tre mesi e nell’ottobre dello stesso anno, scendendo in campo contro l’Olympiakos è diventato il più giovane calciatore di sempre a scendere in campo nella massima competizione europea a sedici anni e centoquarantotto giorni. Ma non è finita qui, visto che il fiore all’occhiello dell’Anderlecht è stato votato nel giugno 2014 come miglior giovane belga dell’anno e poi nel gennaio 2015 come talento più promettente di tutto il paese. Tielemans è un centrocampista centrale che usa con la medesima disinvoltura entrambi i piedi e che può giocare indifferentemente sia in posizione più arretrata che più avanzata ed è un calciatore super moderno e completo. Dispone di una tecnica e di una velocità di pensiero e di azione davvero fuori dal comune ed è assai abile sia a confezionare assist deliziosi che ad andare in gol con bolidi assai precisi dalla media e lunga distanza. Inoltre è assai abile nella lettura del gioco e nello smistamento dei palloni ed ha doti da leader innato nonostante la giovanissima età e sa calciare divinamente anche le punizioni.

IDOLO ZIZOU – Il suo idolo e la sua principale fonte d’ispirazione è Zinedine Zidane ma sotto certi punti di vista ricorda Franck Lampard. Di sicuro c’è che ha fatto innamorare tutti, addetti ai lavori ed appassionati e che tutti sono pronti a giurare su una sua sontuosa carriera. L’Anderlecht lo ha già blindato fino al 2020 rinnovandogli il contratto senza battere ciglio e vorrebbe farne il prossimo capitano anche se la dirigenza è ben consapevole che non sarà semplice trattenere un simile gioiello che disegna divinamente calcio a fianco del più esperto Steven Defour. Par Zetterberg, ex giocatore dell’Anderlecht e playmaker come lui lo ha definito un fenomeno e persino l’ex stella e cittì del Belgio, Paul Van Himst intravede in lui ulteriori e importanti margini di miglioramento. Ha inoltre disputato dieci gare, mettendo a segno otto reti (spicca una tripletta nel vittorioso match contro la Germania) nell’Under 16 prima di esordire nel 2013 con l’under 21 belga contro l’Italia di Di Biagio. Ma sono tutte tappe intermedie perché nonostante la concorrenza nutrita, presto troverà spazio anche nella nazionale maggiore dove è destinato a scrivere pagine di storia memorabili. Il suo valore attuale di mercato oscilla intorno ai dodici milioni di euro che non sono nulla per un super giocatore come lui. In Italia lo seguono da vicino il Milan e l’Inter ma piace parecchio anche all’Atletico Madrid: chi lo vuole deve rivolgersi al suo procuratore Christophe Henrotay che avrà sicuramente già sul suo taccuino numerose prenotazioni.

EREDE DI BIGLIA – Tielemans è comunque molto legato e riconoscente all’Anderlecht e nel momento in cui ha posto la firma su un rinnovo che scadrà il 30 giungo 2020 ha dichiarato: “l’Anderlecht mi ha dato ed insegnato tutto: sentivo che questo era il momento giusto per rinnovare il contratto e sono felice che ora sia ufficiale ma ora voglio regalare a questo club il titolo della Jupiler League”. Ad ogni buon conto la cosa che mi stupisce maggiormente di lui è il fatto che sia un calciatore estremamente completo e continuo nonostante la giovanissima età e che al tempo stesso abbia ancora sostanziosi margini di miglioramento e mi domando semplicemente dove potrà arrivare uno così… Uno che sa dominare ed armonizzare ai massimi livelli sfera, corpo e spazio e che riesce al tempo stesso ad essere estremamente elegante ed efficace con le sue finte di corpo. Tielemans riscuote da sempre della totale fiducia dei senatori della squadra che si sono affidati ben volentieri al suo talento con il quale ha preso in mano tutto il gioco dell’Anderlecht dopo la partenza della “Luce Perpetua” Lucas Biglia.

UMILE – Sa di essere un grande campione ma lavora sodo e seriamente per migliorarsi. Ha dentro di sé la cultura del lavoro, anche grazie ad una corretta educazione che gli hanno inculcato i propri genitori sin dai primi anni di scuola. Non si è mai montato la testa ed i tifosi lo adorano anche per questi atteggiamenti. In Belgio nessuno poteva pensare seriamente che qualcuno prima o poi potesse superare Eden Hazard ma ora grazie a lui in parecchi sono pronti a ricredersi. Ed io nel frattempo mi domando soltanto quando i tifosi laziali potranno permettersi di sognare un fuoriclasse come lui? Lotito per una volta ci risponda con i fatti e non con comunicati/proclami che come al solito hanno il sapore delle bugie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy