OGGI SI GIOCA – Contro il Sassuolo è già esame

OGGI SI GIOCA – Contro il Sassuolo è già esame

Mica facile spuntarla, ma una squadra con lo spirito giusto, disposta a correre per novanta minuti può farcela.

Felipe

ROMA – E’ un esame per la Lazio, non solo a causa dell’emergenza, ricordando le precedenti trasferte. Sconfitte terribili, pesantissime, capaci di segnare in modo negativo la partenza della stagione: 3-0 con il Bayer Leverkusen, 4-0 con il Chievo, 5-0 con il Napoli. Il primo successo al Bentegodi, fine settembre, con il Verona. Era appena tornato Biglia. Oggi la squadra biancoceleste si presenterà con un centrocampo di 63 anni complessivi (Onazi, Cataldi, Milinkovic) e senza De Vrij in difesa: 10 gol subiti, solo 2 fatti in tre trasferte. A Verona – scrive il Corriere dello Sport – segnarono Biglia su rigore e Parolo su punizione. La Lazio cercherà oggi di realizzare il primo gol su azione fuori casa in campionato. E si guarderà dal Sassuolo: una vittoria e due pareggi in tre partite al Mapei Stadium, 5 gol realizzati dalla squadra di Di Francesco e l’attacco formato da Berardi, Defrel e uno tra Sansone e Floro Flores, che (anche con altre maglie) ha già firmato cinque reti con la Lazio, a cui ha segnato di più in carriera. Mica facile spuntarla, ma una squadra con lo spirito giusto, disposta a correre per novanta minuti può farcela.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy