India: violentata per punizione, lo stupro di gruppo su un palcoscenico di fronte al villaggio

India: violentata per punizione, lo stupro di gruppo su un palcoscenico di fronte al villaggio

ROMA – Emergono nuovi particolari sul caso della ragazza fatta violentare dal capo del suo villaggio nel Bengala occidentale, in India. Il luogo dove e’ stata stuprata da 12 uomini di ogni età, adolescenti e anziani, era una piattaforma in bambù rialzata, una sorta di palcoscenico, in uno dei crocevia…

ROMA – Emergono nuovi particolari sul caso della ragazza fatta violentare dal capo del suo villaggio nel Bengala occidentale, in India. Il luogo dove e’ stata stuprata da 12 uomini di ogni età, adolescenti e anziani, era una piattaforma in bambù rialzata, una sorta di palcoscenico, in uno dei crocevia del villaggio, così che tutti potessero assistere alla violenza, compresi i bambini. 

Testimoni disposti a parlare per non essere arrestati come complici delle sevizie hanno rivelato che l‘intero villaggio ha udito per l’intera notte le grida e i pianti della ragazza mentre subiva la “sentenza”. Ma nemmeno la madre e’ potuta uscire a salvarla per paura delle ritorsioni di gran parte del villaggio, già noto per altre umiliazioni publiche, che non erano mai pero’ arrivate a tanto. 

La Corte Suprema indiana ha ordinato un’indagine sullo stupro di gruppo ordinato dal Consiglio degli Anziani. La donna ha detto alla polizia di essere stata condannata perchè l’uomo apparteneva a un’etnia diversa. Tredici persone sono state arrestate, fra cui il capo del villaggio.

Il dramma è avvenuta in un piccolo villaggio rurale nel Birbhum dove vige un rigido codice di condotta del consiglio degli “anziani” (“Khap”). Dopo aver sorpreso lunedì scorso la ragazza in casa con un amico, i responsabili della comunità hanno sequestrato la coppia e si sono subito riuniti per punire il disonore. Dopo essersi consultati hanno deciso una “multa” di 25mila rupie (circa 300 euro). In seguito al rifiuto dei due di pagare l’enorme cifra, il leader del villaggio ha ordinato lo stupro. (La Republica)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy