Annuncio di INZAGHI

Annuncio di INZAGHI

“Chi non è contento a gennaio può anche andarsene”. Pippo Inzaghi mette da parte la diplomazia e lancia un segnale molto chiaro ai ‘malpancisti’ dell’ultima ora, quelli esclusi dal tecnico e finiti in tribuna oppure poco impiegati in questo scorcio di campionato. A cominciare dal difensore francese, Philippe Mexes, che…

“Chi non è contento a gennaio può anche andarsene”. Pippo Inzaghi mette da parte la diplomazia e lancia un segnale molto chiaro ai ‘malpancisti’ dell’ultima ora, quelli esclusi dal tecnico e finiti in tribuna oppure poco impiegati in questo scorcio di campionato. A cominciare dal difensore francese, Philippe Mexes, che non sembra rientrare nei piani dell’allenatore assieme a Zaccardo e al giovane Albertazzi (l’anno scorso in forza al Verona di Mandorlini). Fuori anche dal novero dei calciatori in occasione della gara di San Siro contro la Fiorentina, per loro la sessione suppletiva delle trattative di gennaio può essere il momento opportuno per trovare una sistemazione adeguata. Il centrale transalpino è l’indiziato numero uno, anzitutto per l’ingaggio ‘pesante’ che grava sulle casse rossonere e mal si concilia con la linea di contenimento dei costi decisa dalla dirigenza: 400 mila euro netti al mese per un ingaggio che sfiora i 5 milioni di euro all’anno. Troppo per un club impegnato soltanto in campionato e che avrebbe voluto privarsi dell’ex giallorosso già nell’estate scorsa (c’era il Monaco sulle sue tracce). Inequivocabile l’intervento di Galliani che, pur senza fare riferimenti diretti, ha ribadito la volontà del club: “Nessuna remora a fronte di opportunità di cessione, poi però serve anche che i calciatori accettino la destinazione loro prospettata”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy