Seedorf-Galliani progettano il Milan. Ora cessioni

Seedorf-Galliani progettano il Milan. Ora cessioni

Adriano Galliani a casa di Clarence Seedorf. Il viaggio intercontinentale dell’amministratore delegato rossonero lo ha portato al faccia a faccia più atteso, quello con la stella olandese ora al Botafogo. Seedorf, come noto, è il candidato numero uno del presidente Silvio Berlusconi per il Milan 2014/2015 e l’incontro a Rio…

Adriano Galliani a casa di Clarence Seedorf. Il viaggio intercontinentale dell’amministratore delegato rossonero lo ha portato al faccia a faccia più atteso, quello con la stella olandese ora al Botafogo. Seedorf, come noto, è il candidato numero uno del presidente Silvio Berlusconi per il Milan 2014/2015 e l’incontro a Rio de Janeiro di ieri è servito a mettere i primissimi tasselli sul progetto tecnico che verrà. Seedorf era uscito dal Milan non senza un po’ di complicazioni, la visita Oltreoceano dell’amministratore delegato segna una svolta probabilmente decisiva verso il ritorno a Milanello dell’olandese. Il primo punto fermo dovrà essere l’Europa. La Champions League rimane ormai una chimera, visti i 17 punti di distanza dal terzo posto, la priorità va quantomeno alla qualificazione in Europa League.

L’ad di via Aldo Rossi tornerà presto in Italia, con la priorità alle cessioni. Non basta infatti la partenza di M’Baye Niang verso il Montpellier, il club rossonero ha già ingaggiato Adil Rami e Keisuke Honda e prima di ritornare sul mercato deve sfoltire la rosa. Christian Zaccardo potrebbe partire a titolo definitivo, Jherson Vergara e Gabriel in prestito. Ma serve accelerare i tempi per consentire poi l’assalto decisivo a Radja Nainggolan, per il quale resta da chiudere l’acquisto della comproprietà dal Cagliari per 7 milioni di euro più metà del cartellino di Bryan Cristante. (Gazzetta dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy