TUTTO VERO: ALTRO CHE CUORE DI PIETRA. IBRA COMMUOVE TUTTI COL SUO ANNUNCIO: “Addio Ingesson, addio Pontus. Siete morti come mio fratello. Riposate in pace”.

TUTTO VERO: ALTRO CHE CUORE DI PIETRA. IBRA COMMUOVE TUTTI COL SUO ANNUNCIO: “Addio Ingesson, addio Pontus. Siete morti come mio fratello. Riposate in pace”.

Per la nona volta nella sua carriera, Zlatan Ibrahimovic ha vinto il premio come miglior giocatore svedese dell’anno. Ma questa volta la grande giocata del campione è arrivata durante la premiazione. L’ex giocatore di Milan, Inter e Juve ha commosso tutti – a partire dalla moglie Helena – ricordando i…

Per la nona volta nella sua carriera, Zlatan Ibrahimovic ha vinto il premio come miglior giocatore svedese dell’anno. Ma questa volta la grande giocata del campione è arrivata durante la premiazione. L’ex giocatore di Milan, Inter e Juve ha commosso tutti – a partire dalla moglie Helena – ricordando i calciatori Klas Ingesson e Pontus Segerstrom, morti per cancro come il fratello di Ibra, Sapko, anch’esso citato nel discorso da Zlatan.

Abituati a vederlo come un ‘duro’, i presenti sono rimasti sorpresi davanti alle parole di Ibrahimovic: “Tutti questi premi che ho ricevuto – ha detto il 33enne – significano che ho raggiunto qualcosa e che sono bravo in quello che faccio ma è oscurato da quello che è successo a Klas Ingesson e Pontus Segerstrom. Avevo un fratello che è deceduto un paio di mesi fa per una malattia simile. C’è una vita dietro il calcio che è molto più importante. Così… forse riposano in pace”. 

Verso la fine di questo breve ma sentito discorso, Ibra non ha trattenuto un accenno di pianto, ‘coperto’ dal caloroso applauso del pubblico che ha assistito alla consegna del premio. (SportMediaset.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy