Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italia-Macedonia, il CT Mancini: “Nei playoff nessuno è favorito”

Roberto Mancini, ct della Nazionale Italiana

Questa sera il Renzo Barbera di Palermo ospiterà la Nazionale italiana nel primo appuntamento dei playoff valevoli per accedere alla prossima fase a gironi della Coppa del Mondo che si disputerà in Qatar tra novembre e dicembre prossimi. Il...

redazionecittaceleste

Questa sera il Renzo Barbera di Palermo ospiterà la Nazionale italiana nel primo appuntamento dei playoff valevoli per accedere alla prossima fase a gironi della Coppa del Mondo che si disputerà in Qatar tra novembre e dicembre prossimi. Il primo avversario degli azzurri allenati dal commissario tecnico Roberto Mancini sarà la Macedonia. Chi vincerà, martedì prossimo, affronterà a sua volta la vincente della sfida tra Portogallo e Turchia che si giocherà in simultanea oggi alle 20:45. Durante la vigilia della sfida, il CT della Nazionale ha rilasciato alcune parole ai microfoni dei cronisti presente e con grande tranquillità ha chiesto ai suoi di scendere in campo consapevoli dei loro mezzi. D'altronde per i campioni d'Europa in carica la rappresentativa guidata da Blagoja Milevski dovrebbe essere un avversario alla portata. Di seguito i commenti rilasciati dal tecnico azzurro poche ore prima dell'incontro:

Ciro Immobile in Nazionale

Sul gruppo

"Non abbiamo avuto molto tempo per preparare la sfida. Il gruppo è lo stesso dell'Europeo e i ragazzi sanno bene cosa devono fare. Non lo so se avere calciatori scottati dalla scorsa mancata qualificazione sia un vantaggio. La squadra deve rimanere concentrata sul campo. Non ci sono favorite in questi playoff, nei novanta minuti può succedere di tutto. Anche le partite scontate possono riservare soprese. Jorginho dopo aver fallito i tiri dal dischetto con noi ma dopo ne ha segnati sette con il Chelsea. Non è perciò questo il problema".

Sulla gara

"Palermo ci starà vicina e lo stadio sarà pieno al cento percento. Speriamo di essere felici alla fine. Con i ragazzi abbiamo passato del tempo insieme. Mi fa piacere aver avuto modo di stare un po' con tutti. Contro il Macedonia non sarà una partita da risolvere il prima possibile. Loro hanno qualità e sono anche riusciti a battere la Germania 2-1. Il nostro compito è rimanere tranquilli e giocare come sappiamo".