Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato

Mercato Lazio, l’asse con Salerno non ripartirà: sembra che Lotito…

Lotito

Con la cessione si è sbloccata la possibilità di fare operazioni con la Salernitana ma il presidente biancoceleste avrebbe deciso diversamente

redazionecittaceleste

L’asse tra Salerno e Roma è stato per anni una valvola di sfogo per la Lazio. Sono diversi i giocatori in uscita dalla Primavera mandati negli anni a farsi le ossa tra le fila granata. Ma, soprattutto, una buona parte degli esuberi sono stati parcheggiati in Campania dopo non aver trovato spazio dalle parti di Formello. Storia che di anno in anno si è ripetuta fino, almeno, alla scorsa stagione. La promozione della Salernitana in Serie A, infatti, ha bloccato tutto. Come noto, non solo Lotito è stato costretto a cedere il club campano ma, in attesa della cessione, sono stati anche bloccate tutte le operazioni tra i due club.

 Salernitana, Lotito e Fabiani

Con l’acquisto della Salernitana da parte di Danilo Iervolino, però, il blocco - almeno sulla carta - ha cessato di esistere. Ripartirà quindi l’asse tra la Lazio e la Salernitana? Sicuramente sarebbe una cosa auspicabile, soprattutto per poter piazzare quei giocatori, tra i tanti in esubero, che altrimenti faticherebbero a trovare una nuova squadra. Tra chi è ancora a Formello, Durmisi, Dziczek, Lomabrdi, André Anderson e Adamonis hanno passato lo scorso anno in granata. Gli ultimi due fanno oggi parte dei giocatori a disposizione di Sarri, il primo come pedina extra per il centrocampo e il secondo come terzo portiere. Discorso diverso per gli altri tre, totalmente fuori dai radar, con Lombardi che più volte ha strizzato l’occhio al suo vecchio club.

Sembra però che, almeno per il momento, l’asse con Salerno non ripartirà. O, se non altro, non lo farà con la stessa costanza di un tempo. Stando a quanto si legge su tuttosalernitana.com, infatti, Claudio Lotito non avrebbe apprezzato particolarmente l’acquisto da parte di Iervolino. E per questo non si esclude possa decidere di raffreddare definitivamente i rapporti tra i due club, magari limitandosi a sporadiche operazioni. A Salerno potrebbe arrivare in soccorso il Torino di Cairo, mentre a Formello bisognerà trovare nuovi club disposti ad accogliere gli esuberi biancocelesti.