calciomercato

Mercato Lazio – Può riaccendersi l’asse con Salerno con la vendita del club

Salernitana, Lotito e Fabiani

Se i granata dovessero riuscire ad avere una nuova proprietà, potrebbero tornare di moda i trasferimenti verso la Salernitana

redazionecittaceleste

Continua a non trovare una soluzione definitiva la situazione della Salernitana. La squadra campana per anni collegata al presidente della Lazio, di fatto proprietario anche dei granata, è ancora lontana dalla cessione definitiva. Nella giornata di ieri, infatti, è arrivato un comunicato che specificava come fossero state rispedite al mittente tutte le offerte di acquisto pervenute al 30 settembre. Troppo bassa la cifra offerta rispetto al valore minimo del club campano, si legge. Ci sarà allora tempo per presentare nuove offerte fino al 15 novembre, a un mese e mezzo dal termine ultimo per la vendita imposto dalla FIGC.

 Casasola

Ripercussioni in casa Lazio

Attenzione però agli sviluppi delle prossime settimane: secondo i colleghi di Tuttosalernitana.com, infatti, in caso di accordo per la vendita del club i granata potrebbero tornare a farsi sotto per almeno due giocatori in orbita biancoceleste. Mister Castori e il ds Fabiani, infatti, riaccoglierebbero volentieri Tiago Casasola, oggi al Frosinone, che in gialloblu non è riuscito a ritagliarsi lo spazio sperato. E farebbero lo stesso anche con André Anderson, rimasto a Formello ai confini tra esubero e membri della prima squadra. Sono infatti venti i minuti in campo per lui in stagione, alla prima di Serie A, a cui hanno fatto seguito cinque mancate convocazioni in campionato, mentre è fuori dalla lista per l'Europa League. È poi tornato in panchina, senza subentrare, nell’ultima gara contro il Bologna.

Sogno proibito

Attenzione però perché i possibili movimenti non finiscono qui. Sempre secondo Tuttosalernitana.com, il ds e il mister granata sognerebbero un altro colpo importante da chiudere dalle parti di Formello. Entrambi, infatti, sarebbero ben felici di accogliere anche Akpa-Akpro. Ma il centrocampista, al momento in ritiro con la Costa d’Avorio, difficilmente lascerà la squadra biancoceleste. Nonostante l’arrivo di Basic e la presenza di Cataldi, infatti, l’ex Tolosa si è ritagliato uno spazio da gregario importante con Sarri. In ogni caso, però, ogni discorso potrà essere affrontato solo in caso di effettiva vendita del club: con l’arrivo del 2022, quindi, se ne saprà di più.