Lazio – 8 agosto 2009, 10 anni la vittoria in Supercoppa Italiana a Pechino contro l’Inter

L’8 agosto 2009 la Lazio di Davide Ballardini vince la Supercoppa Italiana contro l’Inter di Josè Mourinho in Cina

di redazionecittaceleste

ROMA – 8 agosto 2009, data storica per la Lazio ma anche per il calcio italiano. L’edizione della Supercoppa Italiana del 2009 fu infatti la prima ad essere disputata lontano dal bel paese. Allo stadio Bird Nest di Pechino si affrontarono nella finale Lazio e Inter.

La squadra di Josè Mourinho si apprestava a vivere la stagione magica del triplete, mentre la Lazio viveva il cambio di allenatore dopo la vittoria della Coppa Italia contro la Sampdoria ai calci di rigore. Delio Rossi lasciava i biancocelesti e al suo posto arrivò il tecnico emiliano Davide Ballardini all’esordio assoluto sulla panchina laziale. Sulla carta l’Inter avrebbe fatto di un sol boccone la Lazio, vista la rosa a disposizione del tecnico portoghese. Ma dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, incredibilmente e anche in maniera rocambolesca fu la Lazio a passare in vantaggio con il gol di Matuzalem, che sul tiro di Kolarov dalla distanza su calcio di punizione, deviato dalla barriera, si vide sbattere il pallone sul viso beffando Julio César. Pochi minuti più tardi la Lazio si portò sul 2-0, questa volta il gol è di pregevole fattura, e porta la firma di Tommaso Rocchi, il quale su assist di Mauri si inventa un pallonetto dai 20 metri beffando il portiere brasiliano interista, è 2-0. Il finale di partita è un assedio con i nerazzurri che accorciano a 10 dal termine con il gol di Samuel Etò’o. Il trionfo è biancoceleste, tra lo stupore e l’incredulità dei calciatori e dei tifosi biancocelesti, consci di aver compiuto un’impresa storica.

 
Nel frattempo, per tutti i fanta-allenatori lettori di Cittaceleste.it, è pronta un’esperienza pazzesca… con in palio un montepremi complessivo da 250mila euro e… un JAGUAR F-PACE! >>> SCOPRI DI PIU’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy