gazzanet

Alessandro laziale di Casalpusterlengo: “Siamo come in galera, menomale che c’è la Lazio” – FOTO

La testimonianza: "Domenica prossima potrebbero riaprire la zona ma non è sicuro"

redazionecittaceleste

"ROMA - Abbiamo raccolto la testimonianza di Alessandro, tifoso laziale di Casalpusterlengo, uno dei comuni compresi nella zona rossa per l’emergenza del Coronavirus.: “Io sono tifoso della Lazio da quando ero piccolo. In questi giorni mi alzo la mattina, dormo fino a tardi. Famiglie intere vanno a camminare. I negozi sono tutti chiusi, la gente si è un pò più rassicurata. Sono 11 comuni tra Lodi e Piacenza, tutti coloro che lavorano e vivono qui non vanno a lavorare. Non può andare a lavorare nessuno. Io lavoro in un’attività commerciale e siamo chiusi da 15 giorni. Chi lavora a Piacenza non può passare. Questa zona rossa dovrebbe riaprirsi domenica prossima, ma non è sicuro. Ci sentiamo come in galera. Tanti amici e conoscenti che ho, lo hanno contratto, ma si stanno curando. Qui di laziali siamo solo in due, andiamo al bar e abbiamo tutti contro. Non è facile! Lo scorso anno sono andato a vedere Milan-Lazio con il gol di Correa in coppa Italia, insieme ad amici milanisti”. 

Potresti esserti perso