• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Auronzo, la sindaca Pais Becher: “Orgogliosi dell’accordo con la Lazio”, e sui disagi organizzativi…

Auronzo, la sindaca Pais Becher: “Orgogliosi dell’accordo con la Lazio”, e sui disagi organizzativi…

Le parole della sindaca di Auronzo di Cadore, Tatiana Pais Becher e dell’amministratore di Media Sport Event, Gianni Lacchè

di redazionecittaceleste

AURONZO DI CADORE – Nella Sala Consiliare del municipio di Auronzo di Cadore è andata in scena una conferenza stampa con protagonisti la sindaca Tatiana Pais Becher e il numero uno del gruppo Media Sport Event, Gianni Lacchè. Questi ultimi hanno chiarificato eventuali disagi per i biglietti acquistati dai tifosi e non ancora rimborsati, i motivi dei cambi repentini di programma e allo stesso tempo parlato del sodalizio tra la Lazio e Auronzo. Queste le parole della prima cittadina: “Ci tengo a dire che Auronzo è un comune covid free da aprile, abbiamo avuto solamente due casi in Paese e ci teniamo a mantenere questa situazione. Ringrazio tutte le società che stanno contrubuendo allo sviluppo di questo ritiro, che è il tredicesimo qui per la Lazio. Nessuno in Serie A come i biancocelesti”.

A tal proposito è intervenuto Gianni Lacchè: “È stat una trattativa complessa con il vicesindaco Enrico Zandegiacomo e col presidente Lotito, ma alla fine eccoci qui. La Lazio ha dato il suo benestare per fare questo ritiro, ringrazio il patron biancoceleste. Per altri due anni, e abbiamo anche l’opzione per il terzo, Auronzo, Media Sport Event, e la Lazio saranno ancora insieme. Siamo contenti e orgogliosi di questo risultato”.

UN PO’ DI DATI – Durante la conferenza la sindaca Becher ha reso noti alcuni dati su questo inizio di ritiro: “I tifosi ammessi sono in totale a ogni evento sono 417 persone, i numeri sono quelli e devono rimanere tali”. Aggiunge Lacchè: “Ad oggi per Lazio-Vincenza siamo a 64 biglietti venduti, contro il Padova a 57. Domani contro la Triestina sono attesi almento 286 tifosi, mentre contro il Fiori Barp Mas 133”. Poi sul tema della restituzione dei soldi: “La restituzione dei biglietti della sfida contro l’Auronzo riguarda 131 persone. Quest’ultime in parte sono state spostate in altre gare. Per chi invece è già partito, i rimborsi verrano decisi dal comune. Durante gli allenamenti la media va da 180 a un massimo di 270 persone. Quest’anno in totale siamo 8mila prenotazioni. Negli anni scorsi siamo passati dai 7mila del primo anno fino a un massimo di 15mila”.

SULLE POLEMICHE DEI PRIMI GIORNI – L’organizzazione dei primissimi giorni ha suscitato tantissime polemiche da parte dei tifosi. Ecco come il numero uno di Media Sport Event ha spiegato i motivi dei disagi: “Lunedì la Lazio senza dirci nulla ha deciso di rimandare l’arrivo di un giorno. I motivi ufficiali non li conosciamo, ma li immaginiamo, e pertanto la Lazio si è presentata dopo, ma noi, ripeto, non sapevamo nulla e avevamo già ricevuto delle prenotazioni”. Poi aggiunge: “La restituzione dei soldi verrà fatta nei tempi e nei modi che ora il comune sta valutando con gli organi competenti. Per le partite era stato fatto un programma apposito: prima contro i dilettanti e poi contro le squadre professionistiche. Abbiamo chiesto se ci fossero delle problematiche, ma ci è stato detto che non c’era un protocollo federazione che ostentava tali gare. Però il giorno prima dell’inizio del ritiro la Lazio ci ha detto che non si poteva giocare contro le formazioni dilettanti senza test e tamponi. Così ci siamo adoperati per fare tutte le analisti del caso di tasca nostra,  ma i calciatori di Auronzo, Cadore e San Giorgio non se la sono sentita. Alla fine la Fiori Barp Mas ha accettato. Chiediamo scusa per eventuali errori, ma stiamo cercando di rimediare per quanto è possibile”.

TIFOSERIE AVVERSARIE E PRESENTAZIONI – Prende ancora parola Gianni Lacchè: “Tifoserie avversarie nelle amichevoli? Ci sarà un incontro con la Digos, però c’è un sito in cui si può prenotare il posto, non c’è chiusura. Sconsigliamo l’arrivo dei tifosi avversari, ma non c’è modo di controllare. A oggi il problema non si pone. Questo ritiro per noi è un grande banco di prova. Siamo umani, abbiamo dovuto organizzare tutto in tempi strettissimi. Ma in Italia stanno svolgendo il ritiro lontano dal proprio centro sportivo soltanto Bologna, Lazio, Napoli e Benevento. A breve qui ad Auronzo sarà presentata la nuova maglia e la nuova linea per la Champions League. Sulla presentazione della squadra stiamo ancora valutando, non sappiamo se verrà fatto pubblicamente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy