• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Auronzo, Radu: “Ci manca capitan Lulic. Senza i tifosi non saremmo arrivati così in alto”

Auronzo, Radu: “Ci manca capitan Lulic. Senza i tifosi non saremmo arrivati così in alto”

Le parole di Stefan Radu in seguito al primo allenamento nel ritiro di Auronzo di Cadore

di redazionecittaceleste

AURONZO DI CADORE – In seguito al primo allenamento in quel di Auronzo di Cadore, allo stadio Rodolfo Zandegiacomo Stefan Radu è stato il primo calciatore della Lazio a intervenire sulle frequenze ufficiali biancocelesti. Ecco come si è espresso: “Qui già dal primo giorno? È stato solo l’anno scorso che ho ritardato un pochino, ma abbiamo cancellato tutto e ora basta, è inutile parlare di quello che è successo. Io il boss senza Lulic? No, sinceramente stamattina ho fatto una videochiamata con Senad. Mi manca, ci manca con la sua personalità. Lo aspettiamo il prima possibile. Questo ritiro sarà più corto, ma più intenso. Quest’anno avremo la Champions League, che è più competitiva di ogni altra cosa. Ora il nostro popolo si aspetta di più da noi. L’obiettivo è quello di migliorarci, cercare di arrivare più avanti possibile”.

E continua: “Il ritiro è fondamentale per i giocatori. Ci fa mettere la benzina sulle gambe. Quando abbiamo sentito che era in dubbio ci è parso particolare e strano, ma per fortuna eccoci. Qui lavoreremo tanto su quello che ci è mancato dopo il lockdown. Prima ci siamo comportati benissimo. Il record di presenze? Sinceramente adesso guardo partita per partita. Se il record arriverà sarò l’uomo più felice del mondo, ma l’importante è giocare al meglio e vincere le partite, poi, ripeto, se il record arriverà ne sarò più che felice. I tifosi? Ci dispiace non poter far foto e abbracciarli, ma purtroppo questo momento non ci permette di avere contatti. Speriamo che al più presto possibile potranno tornare a spingerci allo stadio. L’inizio del ritiro? Oggi siamo partiti alla grande con la forza e il possesso palla. Ci sarà un’intensità molto alta in questi dieci giorni”.

E conclude: “Il pubblico quest’anno per noi è stato fondamentale. Ovunque giocavamo, in casa o fuori, c’erano tantissime persone a seguirci. Grazie a loro siamo arrivati lì a lottare per lo scudetto. Speriamo che tornino il prima possibile, ve lo dico sinceramente. Un mio gol? No, io devo difendere. Speriamo che ci pensa Ciro (ride, ndr). Noi seconda difesa del campionato? Sì, durante l’anno abbiamo lavorato molto sull’aspetto difensivo e per questo motivo si sono visti i miglioramenti. Ormai siamo tutti esperti e ci troviamo bene. L’importante ora è rimanere lucidi e fare sempre meglio. Cosa mangio per avere questi muscoli? Niente è solo duro lavoro (ride, ndr)”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy