Avvio super per la Lazio, ma è illusorio: l’Atalanta vince 3-2

La Lazio perde sul campo dell’Atalanta: 3-2 il finale

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Beccarisi

ROMA – Dopo quasi quattro mesi di assenza la Lazio torna in campo. Il rientro della squadra di Inzaghi è segnato dalle tante defezioni: Lucas Leiva, Marusic, Lulic e Luiz Felipe non sono stati della partita. Ma, dal punto di vista fisico e mentale, i bianconcelesti non sembrano aver affatto accusato i 100 giorni circa di inattività. Almeno inizialmente. Pronti via e la Lazio riprende la sua marcia trionfale con un terribile uno-due all’Atalanta: un autogol di De Roon su cross di Lazzari sblocca il match, Milinkovic pochi minuti dopo raddoppia con una perla da vedere e rivedere, sulla botta da fuori area nulla ha potuto Gollini.

Si riequilibra la gara sul finale di tempo, la pressione dell’Atalanta si fa sentire ed il gol è nell’aria. In effetti, arriva. L’azione della Dea si sviluppa sulla destra ed il cross di Hateboer imbecca, sulla fascia opposta, Gosens, il quale di testa dimezza lo svantaggio.

Ripresa in affanno

Il secondo tempo inizia all’insegna della sofferenza. L’Atalanta si fa avanti e mette pressione. L’emblema della sofferenza è l’immagine di Danilo Cataldi che – al 60′ – esce dal campo zoppicando. In quel ruolo manca già Leiva, speriamo nulla di grave. Ma la Lazio è in difficoltà e l’Atalanta ne approfitta pareggiando i conti al 66′: Malinovskyi tira fuori il coniglio dal cilindro con una terrificante botta di sinistro da fuori area, il tiro, potentissimo, si insacca all’incrocio dei pali. André Anderson e Jordan Lukaku sono le soluzioni di Inzaghi per dare freschezza ad un 11 palesemente stanco. Ma l’effetto non è quello desiderato, anzi, l’Atalanta trova il gol del sorpasso con un colpo di testa di Palomino, il difensore svetta più in alto di tutti ed approfitta di un’uscita scellerata – per usare un eufemismo – di Strakosha. Male anche la marcatura di Caicedo.

I tentativi della Lazio sono timidi, e quasi mai efficaci. Nel secondo tempo sono emersi problemi fisici ed atletici non da poco. E, l’Atalanta, ne ha approfittato. Riprende con una sconfitta, il cammino laziale. Il risultato finale dice 3-2. Juventus, ora, a -4.

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Aquil8 - 7 mesi fa

    Tanti proclami, tante chiacchiere ho sentito prima della partita, e come spesso succede poi si torna a casa con la coda tra le gambe.
    Ma la cosa che più preoccupa è che non ho visto più la squadra che ci crede fino alla fine come prima della lunga sosta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Aquil8 - 7 mesi fa

    Tanti proclami, tante chiacchiere ho sentito prima della partita, e come spesso succede poi si torna a casa con la coda tra le gambe.
    Ma la cosa più preoccupante è che non ho visto più la squadra che ci crede fino all’ultimo come prima della lunga sosta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy