• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Behrami: “Dalla Lazio al West Ham ero sconosciuto, ma poi…”

Behrami: “Dalla Lazio al West Ham ero sconosciuto, ma poi…”

Ecco le parole dell’ex centrocampista della Lazio, Valon Behrami

di redazionecittaceleste

ROMA – Tra i tanti calciatori passati per la Lazio nell’era Lotito vi è stato anche Valon Behrami. Il centrocampista svizzero ad oggi è svincolato, ma vuole rimettersi in gioco. Ecco come si è espresso in un’intervista per Gianlucadimarzio.com.

“A ottobre con il Sion è finito tutto. Non c’erano le condizioni per continuare. Non mi divertivo più. Ho lasciato due anni di contratto. E credimi non avrei regalato certe cifre se non avessi l’ambizione di giocare a un certo livello. Non cerco soldi, voglio alimentare una passione. Stare bene. Mi sono fatto male ad aprile: frattura al perone destro. Dicevano tre mesi di stop, a giugno sarei rientrato ma a fine stagione l’Udinese ha deciso di non esercitare l’opzione di rinnovo per il mio cartellino. L’ho capito, nessun problema. Ho guardato avanti. Mi ha cercato una squadra dell’Arabia Saudita ma ho detto no, preferivo restare in Europa. Le mie figlie vivono a Bergamo, mia moglie ha come base l’Italia”.

E continua: “Poi arriva la proposta del Sion che mi corteggiava da parecchi anni. Offerta economicamente importante, la possibilità di poter incidere anche dal punto di vista strutturale in ambito societario. Dopo una settimana di allenamenti sono sceso subito in campo, titolare. Ad agosto ci siamo trovati, ho chiesto miglioramenti, tante promesse che non si sono avverate. Mi stavo logorando. Mi era passata la voglia di giocare a calcio in quelle condizioni. Ho voglia di rimettermi in gioco quanto prima, adesso non zoppico più e sto bene. Passato? Quando fui ceduto dalla Lazio al West Ham passai dall’essere idolo a sconosciuto. I primi giorni si dicevano tra loro ‘who is this guy?’ anche se mi avevano pagato 7/8 milioni di pound. Ho iniziato a menare in campo: calci a me, calci a loro. Cosi, poi, mi hanno rispettato e apprezzato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy