Lazio, Correa si sblocca e gioca ancora in Europa

L’argentino ha ritrovato un gol che gli mancava dalla prima giornata contro la Sampdoria. Ha riaperto la partita, Inzaghi spera abbia ritrovato davvero la vena

di redazionecittaceleste


ROMA – Rimane sempre croce e delizia in campo. Correa però sabato ha trovato un mezzo riscatto. Si sblocca e bacia il cielo. Finalmente può dedicare il gol alla nonna scomparsa da qualche giorno. Non c’era riuscito a Bologna dal dischetto, aveva fallito il rigore ed era finito sul patibolo. Correa stavolta fa centro. Inizia timido e fumoso, purtroppo come al solito. Non aiuta la squadra, non la fa salire, dribbla a vuoto. Si sveglia per fortuna nel secondo tempo e, dopo aver fallito la prima chance calcando alle stelle davanti a Gollini, la mette all’incrocio. Un siluro mirato. Correa non segnava dalla prima giornata contro la Sampdoria, pur essendo il giocatore che più tira in serie A. Praticamente uguale a Ronaldo la sua media, peccato sia diversa la riuscita. Adesso non esce e fa il bis con Caicedo pure in Europa. Inzaghi vuole sfruttare la sua vena, si spera, davvero ritrovata. Dopo essersi laureato capocannoniere delle amichevole estive, il Tucu ha fatto fatica a segnare, nonostante il minutaggio in campo. La marcatura di sabato è stata fondamentale per il pareggio acciuffato in rimonta, a Glasgow serve un’altra rete decisiva per proseguire il cammino in Europa.

Cittaceleste.it

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Red - 1 anno fa

    vabbè se Correa segnasse la metà delle occasioni che crea…altro che Ronaldo, altro che serie A, altro che Lazio…sarebbe da pallone d’oro ogni anno.
    Secondo me ad oggi è tra i migliori in squadra, uno dei pochissimi che con una giocata può cambiare il destino della partita…sarebbe stato bello vederlo in un tridente con Filippetto e Ciro…che brividi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy