gazzanet

Cucchi: “Era inevitabile lo spostamento di un anno degli Europei di calcio”

Lazio: parla Riccardo Cucchi

Riccardo Cucchi, il noto ex radiocronista tifoso della Lazio, ha voluto commentare su Twitter la decisione dell'UEFA di rimandare gli Euro2020

redazionecittaceleste

ROMA - Nonostante Riccardo Cucchi, noto cronista di calcio, abbia appeso il microfono al chiodo, sul suo profilo Twitter ufficiale ama ancora commentare quanto accade nel mondo dello sport. Oggi l'UEFA ha ufficializzato lo slittamento degli Europei di un anno per favorire il regolare svolgimento dei campionati. Questa notizia non ha lasciato indifferenti gli addetti ai lavori. L'ex radiocronista di Radio Rai, ha continuato a parlare di calcio nonostante qualcuno abbia storto il naso. Anche se il mondo è piegato dall'emergenza Covid-19, le sfaccettature della vita non possono essere arrestate. Per questo, con piacere, Riccardo Cucchi ha voluto dire la sua su quanto sta accadendo nel mondo dello sport:

"Qualcuno mi invita a non parlare di calcio in queste ore. Perché mai? Non dovremmo parlare di libri, di storia, di cinema, di musica? Non dovremmo parlare di vita? Si, invece. Oggi più che mai. E qui soprattutto, visto che non possiamo incontrarci. Inevitabile e giusto il rinvio di un anno di Euro2020. Una commissione ora valuterà possibili date future per Champions ed Europa League. Ma si giocherà solo se l'emergenza sanitaria sarà superata. Premessa che vale anche per i campionati nazionali. Chiarezza e speranza".

Potresti esserti perso