gazzanet

ESCLUSIVA – Andrea Lazzari: “Va applicata una convivenza intelligente tra i calciatori. Bisogna ripartire”

Ai microfoni di Cittaceleste è intervenuto - in esclusiva - Andrea Lazzari, ex centrocampista viola

redazionecittaceleste

ROMA - Ai microfoni di Cittaceleste è intervenuto - in esclusiva - Andrea Lazzari, ex centrocampista viola. Con lui, che ringraziamo per il tempo che ci ha dedicato, parliamo dell'attuale situazione del nostro Paese e del ripristino del campionato.

Finalmente abbiamo una data per ripartire...

Si ripartirà finalmente e questa, forse, è l'unica cosa veramente importante. Non sarà facile osservare le norme alla lettera però ripartire è la cosa migliore, considerando l'obbligo da parte di ogni società di mantenere il massimo controllo e la massima rigidità.

Eppure ancora qualcuno prende tempo. Ieri il presidente dell'Udinese ha sostenuto che sia meglio chiudere con i Play Off...

E' tutto un paradosso, lo è anche non poter esultare, andare in barriera e non potersi avvicinare più del dovuto e tanto altro. Ma bisognerà applicare una sorta di convivenza intelligente per scongiurare l'ipotesi dell'attaccarsi il virus. Inoltre,a se sono stati messi sotto controllo i club non dovrebbero essere positivi al virus.

Il paradosso è che al momento le palestre e i circoli sportivi riapriranno, mentre il campionato è ancora fermo... 

Una società di serie A che tiene sotto controllo ha più facilità e fondi necessari per far sì che tutto venga rispettato, a contrario, invece, di quanto può accadere nei circoli e nelle palestre.

Molti giocatori si sono lamentati di non percepire lo stipendio. I presidenti mantengono la loro posizione. Che ne pensi?

Deve esserci da entrambe le parti il buon senso. Trovare un accordo tra di loro è la cosa necessaria, anche perchè vedendo la situazione del Paese sarebbe un paradosso mandare dei messaggi negativi. Certo è vero anche che non tutti i calciatori guadagnano cifre da top player, ci sono ad esempio i calciatori di Serie C e D che percepiscono lo stipendio di un lavoratore comune e di un impiegato.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso